Mino Raiola: “Il Brescia non ha fatto il tampone a Mario Balotelli”. Procura Figc nella sede del Brescia

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 12 Giugno 2020 19:34 | Ultimo aggiornamento: 12 Giugno 2020 19:34
Mino Raiola: "Il Brescia non ha fatto il tampone a Mario Balotelli". Procura Figc nella sede del Brescia

Mino Raiola: “Il Brescia non ha fatto il tampone a Mario Balotelli”. Procura Figc nella sede del Brescia (foto Ansa)

BRESCIA – E’ guerra tra Mario Balotelli, il suo agente Mino Raiola, e il Brescia.

La società lombarda ha deciso di licenziarlo lamentando la sua assenza ingiustificata ad alcuni allenamenti.

Mario Balotelli ha smentito categoricamente le sue assenze e ha deciso di mettere in mora la società lombarda per ottenere lo stipendio di marzo.

Ma non finisce qui ovviamente.

Ha parlato anche l’agente del calciatore Mino Raiola. 

“Stanno discriminando Mario Balotelli, nessun tampone da parte del Brescia”.

Ovviamente sono dichiarazioni gravissime, soprattutto in un periodo così delicato per la ripartenza del calcio in Italia.

Mario Balotelli ha condiviso su Instagram le dichiarazioni del suo agente Mino Raiola scrivendo: “Tutto vero”.

Per adesso il Brescia non ha ancora replicato ma è atteso un comunicato ad ore.

Nel frattempo la Procura della Figc ha deciso di soffermarsi nella sede del Brescia dopo queste gravi accuse da parte di Raiola e Balotelli.

Non è una ispezione solo della sede del Brescia, la Procura della Figc sta visitando tutti i centri sportivi delle società di Serie A per assicurarsi che le norme anti coronavirus vengano applicate alla lettera.

Poco prima di questa ennesima polemica, Balotelli aveva smentito categoricamente la sua assenza agli allenamenti con le seguenti dichiarazioni postate sui social.

“Come fate a dire che non mi alleno, eppure non sono un fantasma.

Come fate a negare l’evidenza senza alcun ritegno?! Eppure è pieno di giornalisti nel centro sportivo del Brescia…”.   

Indipendentemente dall’esito di queste azioni legali, l’esperienza di Balotelli al Brescia è bella che finita.

L’approdo nella sua Brescia era stata presentata come una da libro cuore ma nessuno è profeta in patria.

Così Balotelli dovrà ripartire nuovamente da un’ altra parte.

In ogni caso Super Mario si sarebbe liberato dal Brescia in caso di retrocessione del club lombardo al termine della stagione.

Ad oggi, la salvezza del Brescia è quantomeno proibitiva.

Quale futuro per Super Mario?

Non in Italia.

Nel nostro Paese non ha più mercato, dopo il fallimento di Brescia nessuna squadra italiana è disposta a scommettere sull’ex attaccante dell’Inter.

Ma Balo può giocarsi ancora le sue carte all’estero.

Fuori dal nostro Paese ha ancora mercato.

Dove? In Francia e in Turchia con qualche tiepido interessamento anche dalla Cina.

Super Mario potrebbe tornare al Marsiglia o potrebbe trasferirsi al Lione dall’amico Rudi Garcia.

Non solo, Balo potrebbe raggiungere l’amico Kevin Prince Boateng al Besiktas.