Mkhitaryan sulla guerra tra Armenia e Azerbaigian: “Abbiamo diritto alla pace”

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 27 Settembre 2020 17:19 | Ultimo aggiornamento: 27 Settembre 2020 17:19
Mkhitaryan sulla guerra tra Armenia e Azerbaigian: "Abbiamo diritto pace"

Mkhitaryan sulla guerra tra Armenia e Azerbaigian: “Abbiamo diritto alla pace” (foto Ansa)

Mkhitaryan ha pubblicato sui social un post sulla guerra tra Armenia e Azerbaigian nel Caucaso: “Abbiamo diritto alla pace”.

Mkhitaryan, calciatore più rappresentativo nella storia dell’Armenia, ha pubblicato un post sui social in seguito alla guerra nel Caucaso tra la sua Nazione e l’Azerbaigian.

“Questa mattina mi sono svegliato apprendendo dell’attacco su larga scala dell’esercito azero. 

Nel mirino c’è la popolazione civile a Stepanakert e nelle aree circostanti – ha scritto sul suo profilo Twitter a proposito della tensione nel Caucaso Armenia a Azerbaigian, dopo che l’esercito azero ha bombardato le forze indipendentiste armene -. 

Abbiamo il diritto inalienabile di vivere nella nostra patria senza una minaccia esistenziale. I nostri figli hanno il diritto di vivere in pace piuttosto che nascondersi nei rifugi.

Sono sempre al fianco della mia nazione. Chiedo alla comunità internazionale di intervenire con urgenza e aiutare a fermare le azioni militari contro la pace e la sicurezza regionali”.  

Ricordiamo che il conflitto tra Armenia e Azerbaigian è iniziato nel  1991, da quel momento in poi  si contendono la regione autonoma del Nagorno Karabakh.

Prima di trasferirsi alla Roma, Mkhitaryan saltò la finale di Europa League tra il suo Arsenal ed il Chelsea perché il match si disputava a Baku, in Azerbaigian.

Mkhitaryan aveva paura di attentati ai suoi danni nonostante le rassicurazioni della Uefa e del comitato organizzativo.

A diversi anni di distanza, la situazione tra Armenia e Azerbaigian non è migliorata. Anzi… (fonte forzaroma.info).