Modena-Carpi, formazioni Serie B: Vecchi con De Vitis – Di Gaudio titolari

di Redazione Blitz
Pubblicato il 17 Novembre 2013 10:41 | Ultimo aggiornamento: 17 Novembre 2013 10:41
Modena-Carpi, formazioni Serie B: Vecchi con De Vitis - Di Gaudio titolari (LaPresse)

Modena-Carpi, formazioni Serie B: Vecchi con De Vitis – Di Gaudio titolari (LaPresse)

MODENA, STADIO BRAGLIA – Modena-Carpi, probabili formazioni della partita valida per la 14° giornata del campionato italiano di calcio di Serie B Eurobet.

MODENA-CARPI (ore 12.30)

MODENA (3-5-2): Pinsoglio; Cionek, Gozzi, Manfrin; Calapai, Rizzo, Salifu, Signori, Garofalo; Mazzarani, Babacar. All. Novellino.
CARPI (4-1-4-1): Kovacsik; Letizia, Romagnoli, Poli, Gagliolo; Porcari; Concas, Lollo, De Vitis, Di Gaudio; Mbakogu. All. Vecchi.

Leggi anche: Formazioni Serie B: Avellino-Juve Stabia, Pescara-Ternana, Empoli-Lanciano, Siena-Spezia

Gli anticipi del sabato. 

Si è chiuso sullo 0-0 la sfida tra Padova e Brescia, anticipo della 14/a giornata del campionato di Serie B Eurobet. Gara non intensissima, con poche emozioni, per un punto che serve a poco a entrambe le formazioni, che restano invischiate nei bassifondi della classifica. Può recriminare maggiormente il Brescia, che non è riuscito a sfruttare la superiorità numerica dopo l’espulsione al 27′ della ripresa di Legati.

Gli ospiti partono meglio, ma collezionano solo conclusioni dalla distanza che non impensieriscono Mazzoni. Il primo intervento lo effettua così dalla parte opposta Arcari, sulla botta da fuori di Musacci al 38′. Entrambe le compagini faticano a rendersi pericolose dentro l’area, così Budel in chiusura di frazione ci prova dal limite, ma Mazzoni respinge senza affanni. Nella ripresa arriva qualche emozione in più. Melchiorri stacca bene di testa al 13′, ma la palla finisce a lato e il Brescia scampa il pericolo. Al 21′ ghiotta occasione per i lombardi, ma Kukoc solo davanti al portiere esalta le doti di Mazzoni. Per i padroni di casa la situazione peggiora ulteriormente al 27′ quando Legati riceve la seconda ammonizione per un fallo su Paci. Il Brescia non riesce a sfruttare l’uomo in più, anzi è il Padova a creare l’opportunità migliore con Pasquato, il cui colpo di testa al 38′ finisce di poco a lato.

Il Palermo, almeno per una notte, sale in vetta al campionato di Serie B Eurobet. La squadra di Iachini infatti coglie l’ottavo risultato utile consecutivo battendo la Reggina con un gol per tempo, scavalcando così Lanciano ed Empoli che si affronteranno domani nello scontro diretto. Gli amaranto restano invece in fondo alla classifica, al terz’ultimo posto, con 12 punti in classifica.

Per la squadra di Castori, alla disperata ricerca di punti salvezza, le cose si mettono male fin da subito quando all’8′ l’ex Barreto porta in vantaggio gli ospiti con un tiro in corsa dopo una prima respinta di Benassi sulla conclusione di Lafferty. L’undici di Iachini continua a spingere: Benassi salva i suoi al 15′ sul tiro di prima intenzione di Troianiello all’interno dell’area. Due minuti dopo il rasoterra deviato di Barreto costringe nuovamente il portiere amaranto ad intervenire deviando in corner. Dopo una mezzora di sofferenza i padroni di casa mettono il naso fuori, e confezionano la prima palla gol al 41′, ma Di Michele, pescato in posizione di fuori gioco, calcia alto. Nella ripresa gli amaranto provano a gettare il cuore oltre l’ostacolo e mettono alle strette il Palermo. Di Michele al 18′ si mangia un gol sparando alto dopo aver saltato il portiere, in seguito a un errato disimpegno di testa di Milanovic. In contropiede gli ospiti sanno far male, e solo un super Benassi nega il raddoppio a Malele, che al 31′ colpisce di testa a botta sicura trovando però la respinta di piede del portiere della Reggina. Al 32′ l’undici è sfortunato quando, dopo un tiro respinto di Foglio, Di Michele calcia a porta sguarnita trovando il braccio largo di Andjelkovic. Il direttore di gara non vede il contatto e lascia correre tra le proteste dei padroni di casa. In quest’occasione Castori viene espulso dalla panchina. La Reggina non trova più il varco giusto e al 44′ gli ospiti chiudono la partita con un colpo di testa di Milanovic dopo l’uscita a vuoto del fin lì ottimo Benassi.