Dal Canto: “Kean come Balotelli? Non è una testa calda…”

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 15 Novembre 2019 19:04 | Ultimo aggiornamento: 15 Novembre 2019 19:04
Moise Kean come Balotelli, ex ct non è testa matta

Moise Kean con la maglia della Nazionale Italiana di Calcio (foto Ansa)

ROMA – Moise Kean sarebbe vicino al trasferimento alla Roma così Retesport, emittente radiofonica che segue giornalmente le sorti della squadra giallorossa, ha deciso di intervistare Alessandro Dal Canto, ex allenatore dell’attaccante dell’Everton ai tempi della Nazionale Under 17. Kean vuole lasciare l’Everton perché è finito ai margini della squadra per le sue prestazioni deludenti e per alcuni comportamenti che non sono piaciuti alla società inglese. 

Le dichiarazioni di Alessandro Dal Canto, ex allenatore di Moise Kean ai tempi dell’Italia Under 17, sono state riportate da forzaroma.info.

“Kean con me si è sempre comportato molto bene. Io l’ho preso sotto età e quando un giocatore viene sotto età non combina mai danni per una forma di rispetto, perché è più piccolo. Non mi ha dato problemi perché secondo me è un ragazzo buono. Lui è stato additato come nuovo Balotelli, come testa matta.

Il ragazzo alla fine non è che ci crede ma ci casca su queste dichiarazioni. Non crea problemi è un ragazzo educato e per bene. Con noi è stato perfetto. Quando ho allenato El Shaarawy al Padova mi sono state fatte le stesse domande perché dicevano che al Milan dava problemi, ma per l’esperienza che ho avuto io non mi ha dato alcun problema. Calcisticamente e dal punto di vista comportamentale i due ragazzi non si discutono.