Molinari, la sfida europea a Tiger Woods

Pubblicato il 3 Ottobre 2010 15:54 | Ultimo aggiornamento: 4 Ottobre 2010 15:59

Una rimonta irresistibile rilancia l’Europa alla vigilia della giornata conclusiva della Ryder Cup 2010: cinque vittorie e un pari, quello emozionantissimo firmato dai fratelli Molinari che proprio all’ultima buca evitano la sconfitta con uno spettacolare putt di Francesco. Giornata entusiasmante per la squadra di Colin Montgomerie che ribalta lo svantaggio e ora comanda con tre punti di vantaggio sugli Stati Uniti (9 a 6) quando mancano i 12 singoli decisivi.

Eccellente anche la prova di Edoardo e Francesco che riscattano la sconfitta di sabato con un pari conquistato con talento e determinazione, senza mai arrendersi anche quando alla buca 16 – dopo avere appena raggiunto il momentaneo pari – si sono subito ritrovati sotto contro la coppia Stewart Cink e Matt Kuchar. In extremis, proprio all’ultimissimo colpo, il pari: alla buca 18 del Twenty Ten del Celtic Manor Chicco trova il birdie che manda in visibilio i tantissimi tifosi ancora oggi presenti al fianco dei fratelli d’Italia. Meritandosi i complimenti del capitano del team, Montgomerie. ”Abbiamo scritto una delle pagine piu’ belle e importanti del golf europeo – le parole di Monty -.

Tutta la squadra ha giocato benissimo ma vorrei fare una citazione particolare per i fratelli Molinari. Perche’ nonostante siano due esordienti, e all’ultima buca si trovassero sotto un colpo, hanno dimostrato di non voler perdere. Hanno disputato una prova fantastica, sono estremamente orgoglioso di loro”. Un pari, insomma, che vale come una vittoria. Come ha sottolineato lo stesso Francesco: ”Non meritavamo di perdere e soprattutto non ci siamo mai arresi. Abbiamo disputato un buon match. Quando sono rientrato negli spogliatoio i miei compagni mi hanno detto che non sarebbero voluti essere nei miei panni per tutto l’oro del mondo. E’ una soddisfazione che non dimentichero’ per tutta la vita”. Visibilmente soddisfatto anche Edoardo che per tutto il giro ha incoraggiato il fratello, chiamando piu’ volte il tifo del pubblico.

”Peccato per la buca 16 che stava per compromettere la partita. Meno male che Chicco ha trovato quel putt. Nella club house c’era tanta euforia, ma ora dobbiamo restare concentrare ed evitare di sprecare quanto di buono abbiamo fatto oggi”.

Lunedì, i 12 singoli: Chicco partira’ per ottavo, contro Tiger Woods, Dodo subito dopo, opposto a Rickie Fowler.