Mondiale: la Francia “bastonata” torna a casa, Domenech saluta come peggio non poteva

Pubblicato il 22 Giugno 2010 18:40 | Ultimo aggiornamento: 22 Giugno 2010 18:50

Era prevedibile dopo le due partite del girone, non lo era prima che cominciasse il mondiale. La Franca torna a casa, lascia il Sudafrica con il bottino più che magro di un pareggio e 2 sconfitte, 4 gol subiti e solo uno fatto. A passare nel gruppo A sono Uruguay e Messico. A casa non si può dire visto che è il paese ospitante, ma eliminato anche il Sudafrica. E’ la prima volta che un paese ospitante non supera la fase a gironi ma a far scalpore è soprattutto l’eliminazione della Francia, la prima “big” a lasciare il torneo.

“Umiliata e patetica, la Francia termina ultima del suo gruppo e lascia il Mondiale con una partita ancora una volta catastrofica”. Con questo messaggio pieno di amarezza il sito del quotidiano sportivo L’Equipe conclude la sua diretta online dell’incontro tra i Bleus e il Sudafrica, che ha sancito l’eliminazione dei francesi.

Un’uscita di scena “con il cappello da asino” per Yahoo, che nel resoconto della partita descrive una Francia “battuta, se non umiliata, dal Sudafrica”, con un “fallimento collettivo completo”. “L’incubo è finito – sintetizza il sito – il fiasco è totale”.

Non meno impietosa la pagina web di Le Monde, che parla di “squadra a brandelli” e poi sentenzia: “Probabilmente la peggior competizione internazionale per la Francia da lungo tempo”.

“La debacle è totale” secondo il sito di un altro grande quotidiano, Le Figaro, che non lesina le critiche alla squadra francese: “manca di mordente”, “fa acqua da tutte le parti” e “abbandona la competizione a testa bassa, lasciando un’immagine negativa a tutti i livelli”.

“Senza basi di gioco, senza coraggio – concorda il sito del settimanale Nouvel Observateur – tra insulti e boicottaggio degli allenamenti, la Francia ha forse lasciato la peggior immagine della sua storia”.

Raymond Domenech, all’ultima partita sulla panchina della Francia, non nasconde la delusione al termine della partita col Sudafrica. “Non ci sono spiegazioni – commenta – sono triste e deluso anche se nella partita di oggi ho visto cuore e solidarietà. Ma la fortuna non è stata dalla nostra parte, e quando non va, non va. Sono triste come tutti gli spettatori, nient’altro”.

“Ma questa squadra – risponde a chi gli chiede un bilancio dei sei anni trascorsi alla guida della Francia – ha un grande potenziale e auguro buona fortuna al mio successore. Questa squadra non morirà, ci sono giocatori che hanno voglia di fare e che hanno tutte le carte in regola per vincere”.

Deluso anche l’attaccante Djebril Cissé: “Peccato, oggi eravamo partiti bene, e abbiamo avuto diverse occasioni per segnare ma non le abbiamo concretizzate. Se ci fossimo riusciti avremmo fatto l’impresa ma è andata così”.

Questi i risultati e la classifica del girone A (Sudafrica, Messico, Uruguay, Francia)

Sudafrica–Messico 1-1

Uruguay–Francia 0-0

Sudafrica–Uruguay 0-3

Francia–Messico 0-2

Messico–Uruguay 0-1

Francia–Sudafrica 1-2

La classifica: Uruguay 7 punti, Messico e Sudafrica 4; Francia 1.