Niente Mondiale per Zlatan Ibrahimovic, la Svezia lo boccia

di redazione Blitz
Pubblicato il 26 aprile 2018 19:58 | Ultimo aggiornamento: 26 aprile 2018 19:58
Niente Mondiale per Zlatan Ibrahimovic, la Svezia lo boccia

Niente Mondiale per Zlatan Ibrahimovic, la Svezia lo boccia

STOCCOLMA (SVEZIA) – “Un Mondiale senza di me non sarebbe un Mondiale”. Invece Zlatan Ibrahimovic dovrà farsene una ragione: le partite della Svezia in Russia le vedrà in televisione. Ammesso, a questo punto, che gli interessino ancora.

L’ultimo tentativo pubblico di forzare la mano al selezionatore Janne Andersson ‘Ibra’ lo aveva fatto pochi giorni fa al “Jimmy Kimmel Live’, sulla rete americana ABC: “Certo che vado, ma questo è tutto quello che posso dire perché altrimenti mi criticano, devo stare attento alle parole”.

 

Tutte le notizie di Blitzquotidiano in questa App per Android. Scaricatela qui

Tutte le notizie di Ladyblitz in questa App per Android. Scaricatela qui

 

Ne ha detta qualcuna di troppo se la Federcalcio svedese ha deciso di stoppare le ambizioni di ritorno dell’attaccante ed evitare di destabilizzare ulteriormente lo spogliatoio, che dava segni di nervosismo all’idea di riabbracciarlo. “Il più grande giocatore svedese di tutti i tempi NON (in maiuscolo, ndr) giocherà la Coppa del mondo” ha pubblicato la SvFF sul proprio profilo Facebook. Il suo nome quindi “non farà parte della lista che il ct Janne Andersson presenterà il 15 maggio”.

“Abbiamo pensato che fosse giunto il momento di fare chiarezza con questo messaggio – ha detto il ds Lars Richt – Ho parlato con Zlatan martedì. Ha annunciato che non ha cambiato idea sulla nazionale e questo è un no”.

Una formula pensata per far sì che, viste le reazioni negative dell’ambiente gialloblù, il “no” della Federazione appaia come il gran rifiuto di Ibrahimovic. Era stato lui – oggi in forza ai Los Angeles Galaxy – a chiudere dopo l’Europeo 2016, con all’attivo 116 presenze e 62 reti, miglior cecchino nella storia della Svezia. E questa volta non sembrava esserci spazio per ripensamenti, come era avvenuto dopo la mancata qualificazione al Mondiale 2010. Che non tirasse aria di revival si era capito già dalle parole di Andersson alla rivista tedesca ‘Kicker’:

“Zlatan ha rinunciato alla nazionale dopo l’Europeo, una decisione che ho rispettato. Se ha deciso di lasciare la squadra, non penso che adesso dovrebbe tornare. Lui non mi ha chiamato, ma non è sicuramente incluso nei piani per la Coppa del Mondo”.

E Karl-Johan Johansson, secondo portiere, aveva rincarato: “Ci siamo qualificati al Mondiale senza di lui. Questa Svezia si basa sul collettivo. Ibra è un grande individualista e dovremmo stravolgere il gioco che applichiamo da due anni”. Non ce ne sarà bisogno.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other