Mondiali 2014, Suarez (Uruguay): “Noi e l’Italia nel gruppo della morte…”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 15 Maggio 2014 13:52 | Ultimo aggiornamento: 15 Maggio 2014 13:53
Mondiali 2014, Suarez (Uruguay): "Noi e l'Italia nel gruppo della morte..."

Luis Suarez festeggia con Cavani (LaPresse)

BARCELLONA – Luis Suarez, capocannoniere in Premier League col Liverpool e stella dell’Uruguay che affronterà l’Italia il 24 giugno al Mondiale, è a Barcellona per qualche giorno di vacanza. Intervistato dalla Gazzetta dello Sport ha parlato del Mondiale e della sfida con la Nazionale azzurra.

“Noi dopo il 4° posto del 2010, che non definirei miracoloso come ha detto qualcuno, abbiamo buone chance, siamo quasi lo stesso gruppo di giocatori. Ma un Mondiale non ammette previsioni, non puoi sapere mai come va a finire. E poi con Italia e Inghilterra siamo nel gruppo della morte, quello più difficile”.

Senza dimenticare la Costa Rica, con la quale 4 anni fa disputaste un difficile playoff per qualificarvi.

“Sì, infatti giocheremo e penseremo gara dopo gara”.

Come dice sempre il Cholo Simeone. Favoriti per il titolo?

“Il Brasile, perché oltre a essere il solito buon team gioca in casa. Poi l’Argentina, perché ha Messi, uno dei migliori al mondo, e nelle qualificazioni sudamericane è andata alla grande. E la Spagna che gioca il solito gran calcio ed è campione in carica. Ma poi ci sono anche l’Italia, l’Inghilterra, la Germania…”.

E l’Uruguay dove arriva?

“Per noi uruguayani sarà un Mondiale speciale, vicino a casa, poi nel 1950, unico precedente in Brasile, vincemmo. Ma ora non pensiamo a quel Maracanazo, quello è il passato”.