Mondiali, Bin Hammam e le tangenti milionarie per la candidatura in Qatar

di Redazione Blitz
Pubblicato il 1 Giugno 2014 10:51 | Ultimo aggiornamento: 1 Giugno 2014 10:51
Mondiali, Bin Hammam e le tangenti milionarie per la candidatura in Qatar

Bin Hammam (LaPresse)

ROMA – L’allora membro esecutivo della Fifa per il Qatar, Mohamed Bin Hammam, ha versato tangenti per svariati milioni di dollari per ottenere il sostegno internazionale alla candidatura dell’emirato per i mondiali di calcio del 2022.

Lo scrive oggi, 1 giugno, con ampio rilievo il Sunday Times, entrato in possesso di migliaia di e-mail e di altri documenti presentati come la prova del pagamento delle tangenti.

In particolare Bin Hammam avrebbe versato ‘mazzette’ fino a 200mila dollari su conti controllati ai presidenti delle associazioni africane, oltre ad una super tangente di 1,6 milioni di dollari all’ex presidente della Concacaf (Associazione calcistica della confederazione del nord, centro america e caraibi), Jack Warner, ex vice presidente della Fifa dimessosi nel 2011.