Mondiali Brasile 2014: tutti i gironi di qualificazione

Pubblicato il 31 luglio 2011 12:01 | Ultimo aggiornamento: 31 luglio 2011 12:01

Rio de Janeiro (Brasile) – A Rio sono stati sorteggiati i gironi eliminatori di tutti i continenti, tranne il Sudamerica, che prevede un girone unico di qualificazione. Il Brasile padrone di casa è ammesso di diritto, passano le prime quattro delle nove in lizza, mentre la quinta farà uno spareggio contro la vincente della zona dell’Oceania.

Sara’ pure tutto inutile, come dice dal palco di Rio l’ex ct verdeoro Mario Zagallo assicurando che  i Mondiali del 2014 ”li vincera’ sicuramente il Brasile”, ma la corsa verso il prossimo mondiale e’ ufficialmente cominciata questa sera col sorteggio delle qualificazioni.

Sorride l’Italia, che ha evitato Francia e Russia e se la giochera’ contro Danimarca, Repubblica Ceca e Bulgaria: nazionali di tradizione e non certo sparring partner, ma un po’ arrugginite rispetto ai lustri migliori. Per i ‘bleus’  di Blanc c’e’ invece la Spagna campione in carica.

L’Europa proporra’ quindi 9 gruppi, con le vincenti che si qualificheranno direttamente, Le migliori otto seconde giocheranno degli spareggii tra di loro, per permettere la qualificazione di altre 4 nazionali, visto che il vecchio continente ha a disposizione in tutto 13 posti.    L’Italia puo’ tirare un sospiro di sollievo perche’ ha evitato un paio di avversari davvero temibili. C’era lo ‘spauracchio’ Francia, nazionale che Laurent Blanc sta cercando di ricostruire dopo i disastri di Sudafrica 2010 e dell’era Domenech, ma non giochera’ in un gruppo poi cosi’ facile, ‘costruito’ dalla mano di un Ronaldo sempre piu’ ‘gordo’ e che il presentatore Tadeu Schmidt, tradito dall’emozione, in un’occasione ha chiamato Romario.

Infatti Danimarca, Bulgaria – guidata dalla vecchia conoscenza Lothar Matthaeus – e soprattutto Repubblica Ceca (che ha gia’ mancato l’appuntamento del 2010 e non intende fare il bis) non sono affatto avversari arrendevoli e quindi giocheranno le loro carte. Occhio ai danesi, che in fatto di Mondiali hanno una discreta tradizione, nel senso che riescono spesso ad andarci. In ogni caso l’Italia che Prandelli sta impostando sui vari Cassano, Balotelli (se mai maturera’) e Giuseppe Rossi non deve sentirsi seconda a nessuno, assicura lo stesso ct.

Quanto a Malta ed Armenia, serviranno soprattutto a fare ‘colore’ e si batteranno (favoriti gli armeni) per evitare l’ultimo posto.    Contro i francesi dovranno vedersela i campioni in carica della Spagna, che pero’ continuano ad essere in stato di grazia, visto il loro rendimento nel cammino verso Euro 2012,  e quindi a doversi preoccupare di questo derby ‘latino’ sara’ probabilmente Blanc, che rischia, se gli andra’ bene, di dover gia’ pensare agli spareggi che giocheranno fra di loro le migliori seconde.

I gironi piu’ equilibrati, nel senso che non hanno una favorita precisa e sono quindi aperti ad ogni soluzione compresi gli exploit di qualche outsider, sono l’E, con Norvegia, Slovenia, Svizzera, Albania, Cipro ed Islanda, ed il G, con Grecia, Slovacchia, Bosnia, Lituania, Lettonia e Liechtenstein.   L’Inghilterra, che non avra’ piu’ Capello in panchina, ritrovera’ il Montenegro, suo rivale anche adesso nella corsa agli Europei. In piu’ ci sara’ un terzo incomodo di spicco come l’Ucraina.

Nel girone dell’Inghilterra e’ capitato anche San Marino, non e’ la prima volta ma la Repubblica del Titano dovra’ di nujovo attrezzarsi per evitare le incursioni di eventuali ‘hooligans’, che in un’occasione precedente arrivarono a creare ‘complicazioni’ fino a Rimini.    La Germania dovra’ vedersela con la Svezia, che dovrebbe avere ancora Ibra, e con l’Irlanda di Trapattoni, mentre l’Olanda vice-campione uscente e’ la chiara favorita nel girone D.

Promette scintille, e forse anche problemi di ordine pubblico, il doppio confronto nel gruppo A tra Croazia e Serbia, sfida ricca di motivi non certo solo calcistici. Serbi e croati se la vedranno anche con un’altra selezione della ex Jugoslavia, quella Macedonia che pero’ ha quasi solo Pandev.    Altre curiosita’ dal resto del mondo. Dispero nei gironi africani c’e’ un Somalia-Etiopia dal sapore storico, e spunta la Libia a dispetto della crisi internazionale. Il resto e’ folklore: c’e’ un Vanuatu-Thaiti e un Fidiji-Isole Salomone. Nello sport piu’ globale di tutti, anche questo e’ un po’ mondiale.

Girone A — Croazia, Serbia, Belgio, Scozia, Macedonia, Galles

Girone B — Italia, Danimarca, Repubblica Ceca, Bulgaria, Armenia, Malta

Girone C — Germania, Svezia, Irlanda, Austria, Far Oer, Kazakistan

Girone d — Olanda, Turchia, Ungheria, Romania, Estonia, Andorra

Girone e — Norvegia, Slovenia, Svizzera, Albania, Cipro, Islanda

Girone f — Portogallo, Russia, Israele, Irlanda del Nord, Azerbaigian, Lussemburgo

Girone g — Grecia, Slovacchia, Bosnia, Lituania, Lettonia, Liechtenstein

Girone h — Inghilterra, Montenegro, Ucraina, Polonia, Moldova, San Marino

Girone I — Spagna, Francia, Finlandia, Georgia, Bielorussia.

Le qualificazioni cominceranno il 7 settembre 2012 per chiudersi il 19 novembre 2013.

AFRICA – Questi gli accoppiamenti e i gironi di qualificazione relativi al continente africano:
PRIMO TURNO (11-15 novembre 2011)
1) Seychelles – Kenya
2) Guinea Bissau – Togo
3) Gibuti – Namibia
4) Mauritius – Liberia
5) Isole Comore – Mozambico
6) Guinea Equatoriale – Madagascar
7) Somalia – Etiopia
8) Lesotho – Burundi
9) Eritrea – Ruanda
10) Swaziland – Congo DR
11) Sao Tomè e Principe – Congo
12) Chad – Tanzania

SECONDO TURNO (fase a gironi; dall’1 giugno 2012 al 10 settembre 2013)
GIRONE A: Sudafrica, Botswana, Repubblica Centrafricana, vincente 7.
GIRONE B: Tunisia, Capo Verde, Sierra Leone, vincente 6.
GIRONE C: Costa d’Avorio, Marocco, Gambia, vincente 12.
GIRONE D: Ghana, Zambia, Sudan, vincente 8.
GIRONE E: Burkina Faso, Gabon, Niger, vincente 11.
GIRONE F: Nigeria, Malawi, vincente 1, vincente 3.
GIRONE G: Egitto, Guinea, Zimbabwe, vincente 5.
GIRONE H: Algeria, Mali, Benin, vincente 9.
GIRONE I: Camerun, Libia, vincente 2, vincente 10.
GIRONE J: Senegal, Uganda, Angola, vincente 4.

Le prime di ogni raggruppamento saranno poi accoppiate

in cinque spareggi con andata (11-15 ottobre 2013) e ritorno (15-19 novembre 2013): le vincenti potranno festeggiare la qualificazione ai prossimi  Mondiali.

ASIA – Questi i gironi di qualificazione per il continente asiatico:
TERZO TURNO (fase a gironi; dal 2 settembre 2011 al 29 febbraio 2012)
GRUPPO A: Cina, Giordania, Iraq, Singapore.
GRUPPO B: Corea del Sud, Kuwait, Emirati Arabi Uniti, Libano.
GRUPPO C: Giappone, Uzbekistan, Siria, Corea del Nord.
GRUPPO D: Australia, Arabia Saudita, Oman, Thailandia.
GRUPPO E: Iran, Qatar, Bahrain, Indonesia.

Le prime due di ogni raggruppamento (10 in totale) approderanno a un quarto turno (dal 3 giugno 2012 al 18 giugno 2013) che prevede altri due gruppi da cinque. A questo punto le prime due di ogni girone staccheranno direttamente il biglietto per la fase finale del Mondiale mentre le terze si affronteranno in una sfida di andata e ritorno e la vincente si sottoporrà a un ulteriore spareggio con la quarta squadra della Concacaf (Centro e Nord America).

CONCACAF – Questo l’esito del sorteggio per la zona Concacaf (America centro-settentrionale):
SECONDO TURNO (fase a gironi; 2 settembre-15 novembre 2011)
GIRONE A: El Salvador, Suriname, Isole Cayman, Repubblica Dominicana.
GIRONE B: Trinidad&Tobago, Guyana, Barbados, Bermuda.
GIRONE C: Panama, Dominica, Nicaragua, Bahamas.
GIRONE D: Canada, St.Kitts&Nevis, Porto Rico, Santa Lucia.
GIRONE E: Grenada, Guatemala, St.Vincent&Granada, Belize.
GIRONE F: Haiti, Antigua&Barbuda, Curacao, Isole Vergini.

TERZO TURNO (fase a gironi; 8 giugno-16 ottobre 2012) GIRONE A: Stati Uniti, Giamaica, vincente E, vincente F.
GIRONE B: Messico, Costa Rica, vincente A, vincente B.
GIRONE C: Honduras, Cuba, vincente D, vincente C.

Le prime due squadre di ogni girone accedono alla quarta fase (dal 6 febbraio al 15 ottobre 2013), costituita da un girone unico a sei dove le prime tre classificate si qualificano direttamente per i Mondiali del 2014 mentre la quarta giocherà lo spareggio con la quinta miglior nazionale dell’Asia.

OCEANIA – Questo l’esito del sorteggio per l’Oceania:
PRIMO TURNO (21-26 novembre 2011)
Girone unico: Samoa Americane, Isole Cook, Samoa, Tonga.

SECONDO TURNO (1-12 giugno 2012)
GIRONE A: Vanuatu, Nuova Caledonia, vincente primo turno, Tahiti.
GIRONE B: Fiji, Nuova Zelanda, Isole Salomone, Papua Nuova Guinea.

Le quattro migliori squadre accederanno a una terza fase (dal 7 settembre 2012 al 26 marzo 2013) con un girone unico con gare di andata e ritorno. La vincente giocherà lo spareggio con la quinta classificata del girone sudamericano della Conmebol per accedere ai Mondiali.