Mondiali, lo sfogo di Buffon sullo Jabulani: “Un pallone indecente”

Pubblicato il 1 Giugno 2010 15:58 | Ultimo aggiornamento: 1 Giugno 2010 15:58

Gianluigi Buffon

Basta con i palloni non all’altezza del Mondiale, basta con un calcio che non rispetta i suoi calciatori. Lo sfogo, dal ritiro azzurro del Sestriere, è del portiere dell’Italia, Gigi Buffon.

«Mi sono accorto dal primo giorno che questo Jabulani non andava. Il Mondiale raggruppa il meglio del calcio planetario, ai campioni bisogna dare qualcosa di decente. E il nuovo pallone non è decente».

«Mi hanno chiesto di dare una mano, di cavalcare l’onda. Ma io non cavalco l’onda, sono davvero convinto che sia un problema – ha aggiunto Buffon – Non è un danno solo per i portieri, anche per gli altri ruoli. E’ vero che di solito ci si abitua, ma in questo caso a ogni tocco è un’incognita, la traiettoria è assolutamente imprevedibile. Un giocatore come Pirlo se sbaglia un passaggio lo fa di 10 centimetri: con questo pallone rischia di sbagliarlo di tre metri».

Poi l’affondo finale: «Si parla tanto di stadi, di strutture, di tv. E così ci facciamo tutti belli. Ma prima ci dovremmo preoccupare dei palloni, degli scarpini, delle divise da gioco. Non è così, e allora questo calcio ha qualcosa che non va alla base».