Mondiali, caos in Paraguay dopo la vittoria sul Giappone: tifosi scalmanati in piazza, numerosi feriti

Pubblicato il 30 Giugno 2010 7:48 | Ultimo aggiornamento: 30 Giugno 2010 8:57

La vittoria del Paraguay negli ottavi di finale del Mondiale ha provocato disordini nel Paese sudamericano. Il bilancio dei festeggiamenti ad Asuncion dopo il successo sul Giappone parla di numerosi episodi di violenza e un numero imprecisato di feriti.

Durante i 120 minuti della partita, che è finita ai rigori, e subito dopo il fischio finale, sono scoppiati disordini ed incidenti tra i tifosi più scalmanati e le forze della sicurezza nella “Plaza de la democracia”, dove centinaia di persone hanno visto l’incontro su un mega-schermo. In uno dei quartieri residenziali della città i tifosi hanno distrutto automobili e autobus, mentre non sono mancate aggressioni a donne che passavano in quel momento per la strada.

Intanto la nazionale “albiroja” ha deciso di trasferire il proprio campo base per gli allenamenti al Southdown College, dove si è allenata la nazionale italiana durante la spedizione sudafricana. Il Paraguay (che fino a questo ha fatto base a Balgowan, nelle Midlands del KwaZulu Natal, a 150 km da Durban) ha deciso di trasferire armi e bagagli per evitarsi due lunghi e faticosi spostamenti in vista dei quarti di finale.

Dopo la partita giocata a Pretoria, affronterà infatti la Spagna a Johannesburg. Il campo che era stato scelto dagli azzurri è in una posizione strategica fra le due città e permetterà ai paraguaiani di risparmiare tempo ed energie nei trasferimenti.