Mondiali di ciclismo su pista a Roubaix da mercoledì 20 a domenica 24: Pippo Ganna faro degli azzurri

di Enrico Pirondini
Pubblicato il 18 Ottobre 2021 11:59 | Ultimo aggiornamento: 18 Ottobre 2021 11:59
Mondiali di ciclismo su pista a Roubaix da mercoledì 20 a domenica 24: Pippo Ganna faro degli azzurri

Mondiali di ciclismo su pista a Roubaix da mercoledì 20 a domenica 24: Pippo Ganna faro degli azzurri FOTO ANSA

Gli stradisti sono già in vacanza. Hanno chiuso domenica scorsa a Bassano del Grappa con la Veneto Classic vinta dal 22enne Battistella. Ora la bici passa alla pista con un appuntamento di prestigio, i Mondiali su pista nel moderno velodromo Stablinski di Roubaix (Francia). Da mercoledì 20 a domenica 24. Con l’Italia super star, l’Italia di Pippo Ganna che insegue il quinto oro iridato e il bis con il quartetto  dopo l’impresa di Tokyo. Il c.t. Villa è fiducioso.

Ciclismo, via anche Savoldi

A proposito di c.t. la Federciclismo, scaricato Davide Cassani dopo sette anni di onorato e fecondo servizio, scaricherà pure Dino Savoldi, il c.t. del settore femminile, figura centrale del mondo rosa, 250 medaglie vinte. È in Federciclo dal 1994. Allenatore e preparatore prima che selezionatore, in due decenni ha creato un sistema vincente portando il movimento a livelli di eccellenza. A Rio ha fatto debuttare il quartetto rosa. Ha vinto 5 Mondiali su strada e 4 su pista. Con le ragazze juniores ha vinto tutto. Dicono che potrebbe accettare le offerte della Cina o del Canada.  Con l’uscita di scena di  Cassani e Savoldi si chiude un’era.

Ganna e mondiali di ciclismo su pista

A Roubaix osservato speciale sarà Top Ganna chiamato all’ultimo sforzo stagionale. La sua prima vittoria risale al 6 febbraio. Poi c’è stata la crono UAE Tour, il Giro di Italia, le Olimpiadi di Tokyo in agosto, il Mondiale a cronometro in settembre, il Mondiale di ottobre (quartetto e individuale). E ora i Mondiali in pista. Solo su strada ha preso parte a 66 corse e percorso circa 9.600 km., ha vinto lo storico oro olimpico (assieme a Lamon, Milan e Consonni). E, ciliegina fantastica, il record del mondo (3’ 42” 032). Ora l’impegno francese. Ganna è il faro degli azzurri.