Mondiali, Giappone-Camerun 1-0: decide Honda

Pubblicato il 14 giugno 2010 15:56 | Ultimo aggiornamento: 14 settembre 2012 11:32

Mondiali, Giappone-Camerun 1-0: Honda 38′

Ecco la diretta testuale della partita:

1′ Brutta entrata sull’attaccante Hasebe.

6′ Tiraccio di Makoun: palla sul fondo. Rinvio da parte del Giappone.

8′ Ottimo assist di Eto’o per Webo che non riesce a concludere a rete.

10′ Hasebe salva sulla linea una punizione di Assou-Ekotto. Kawashima uscita da dimenticare.

14′ Percussione di Honda. Esce bene il portiere del Camerun Hamidou.

17′ Buona conclusione di Matsui. Parata centrale di Hamidou.

28′ Tiro morbido da parte di Honda. Facile parata di Hamidou. Fase della partita favorevole al Giappone.

30′ Uscita avventurosa di Kawashima su Eto’o: il portiere salva la porta del Giappone.

35′ Verticalizzazione di Eto’o per Makoun: pronta uscita di Kawashima. Si rimane sullo 0-0.

38′ Honda GOL: Giappone in vantaggio. Conclusione di precisione dall’interno dell’area di rigore.

Fine primo tempo, dopo 2 minuti di recupero: GIAPPONE-CAMERUN 1-0

46′ Inizia la seconda frazione di gioco

50′ Straordinaria percussione di Eto’o che, dopo aver dribblato due giapponesi, serve un comodo assist a Webo che calcia fuori.

53′ Colpo di testa di Webo da buona posizione: il pallone finisce di poco a lato. Rammarico per Eto’o e company.

56′ Azione individuale di Moting che dopo un dribbling stretto lascia partire un destro che termina di poco fuori. Il Camerun sta pressando gli avversari.

63′ Kawashima esce a vuoto ma M’Bia non ne approfitta come avrebbe dovuto.

73′ Endo spara al lato una punizione dal limite dell’area di rigore. Il Giappone non riesce a chiudere il match.

80′ Conclusione di Idrissou: il Camerun non riesce a centrare lo specchio della porta di Kawashima.

82′ Hasebe sfiora la rete con un tiro dalla distanza: miracolo di Hamidou.

85′ Clamorosa traversa di M’Bia. Disperazione per il Camerun, il Giappone tira un sospiro di sollievo.

87′ Honda sfiora la doppietta: Hamidou respinge in maniera scomposta. Partita vibrante nel finale.

4 minuti di recupero, e speranza, per il Camerun. Giappone chiuso in difesa.

Partita terminata: GIAPPONE-CAMERUN 1-0, decide la rete di Honda.

Si gioca alle 16 al Free State Stadium di Bloemfontein, Giappone-Camerun, una partita del Girone E del Mondiale. Nei tre precedenti ufficiali Giappone imbattuto – e senza subire reti – contro il Camerun: 2 vittorie (sempre per 2-0, nella Confederations Cup 2001 e in amichevole nel 2007) ed 1 pareggio (0-0 in amichevole nel 2003), il bilancio a favore dei nipponici.

Il Giappone, al quarto Mondiale, non ha mai vinto la gara d’esordio: nel 1998 fu battuto di misura 0-1 dall’Argentina; nel 2002 impattò 2-2 contro il Belgio; nel 2006 perse 1-3 dall’Australia. In questi tre debutti la porta nipponica è sempre rimasta aperta, per un totale di 6 reti al passivo.

Il Camerun inizia quest’oggi la sua sesta avventura alle fasi finali Mondiali e vanta una tradizione decisamente positiva nel match d’ esordio: i “leoni d’ Africa” sono infatti imbattuti, con bilancio, in questo particolare tipo di partita, di 1 vittoria (1-0 sull’ Argentina nella gara inaugurale di Italia ’90) e 4 pareggi (0-0 con il Peru’ a Spagna ’82, 2-2 contro la Svezia a Stati Uniti ’94, 1-1 contro l’ Austria a Francia ’98 e 1-1 contro l’Eire nel 2002).

Il Giappone non vince una gara ai Mondiali dal 14 giugno 2002, 2-0 sulla Tunisia. Nelle seguenti 4 partite lo score nipponico è stato di 1 pareggio e 3 sconfitte, serie negativa record eguagliata per gli asiatici alla rassegna iridata, come a cavallo tra l’edizione 1998 e quella del 2002, quando il bilancio fu analogo a quello attuale.

Takaeshi Okada quest’anno sarà il primo Ct a fare il bis sulla panchina giapponese nella storia dei Mondiali e nella gara odierna eguaglierà anche il record di presenze di un Ct del Giappone alla kermesse iridata, finora detenuto a quota 4 da Philippe Troussier, a Corea-Giappone 2002.

In questa edizione dei Mondiali due giocatori potrebbero scendere in campo e disputare la loro terza fase finale Mondiale: Junichi Inamoto (6 presenze, di cui 4 nel 2002 e 2 nel 2006) e Yoshikatsu Kawaguchi (6 presenze, di cui 3 nel 1998 e 3 nel 2006), eguagliando il record di Nakata ed Ono. Il Camerun ha vinto una sola volta – 1-0 sull’Arabia Saudita il 6 giugno 2002 a Corea/Giappone – considerate le sue ultime 10 partite ai Mondiali; nelle altre 9 lo score degli africani è stato di 4 pareggi e 5 sconfitte.

Rigobert Bahanag Song se dovesse scendere in campo solo per uno spezzone di gara, diventerebbe il primo ed unico giocatore del Camerun a disputare 4 fasi finali dei Mondiali: il difensore ha collezionato le sue 8 presenze nelle edizioni 1994 (2 presenze), 1998 (3) e 2002 (3).

Finora gli altri 3 giocatori camerunensi che hanno disputato tre Mondiali sono stati Kalla, Milla ed Omam Biyik. L’ARBITRO: Olegario Manuel Bartolo Benquerenca è nato il 18 ottobre 1969 a Moura – Leiria (Portogallo) ed è internazionale dal 2001. Figlio d’arte – il padre pure era arbitro -, di professione assicuratore, ha come hobby correre in jeep. Un arbitro portoghese dirige per la prima volta ad un Mondiale sia il Giappone che il Camerun. Nei 14 incontri iridati diretti da fischietti lusitani non è stato mai concesso un rigore. Per seguire la diretta live streaming in tempo relae (clicca qui).

Probabili formazioni:

Giappone (4-3-2-1): 21 Kawashima, 3 Komano, 22 Nakazawa, 4 Tulio Tanaka, 5 Nagatomo, 7 Endo, 2 Abe, 17 Hasebe, 16 Okubo, 8 Matsui, 18 Honda. (1 Narazaki, 23 Kawaguchi, 6 Uchida, 13 Iwamasa, 15 Konno, 10 S. Nakamura, 14 K. Nakamura, 20, Inamoto, 9 Okazaki, 11 Tamada, 12 Yano, 19 Morimoto). All: Takeshi Okada

Camerun (4-3-3): 16 Souleymanou, 19 Mbia, 3 Nkoulou, 5 Bassong, 2 Assou-Ekotto, 11 Makoun, 6 A. Song, 18 Enoh, 13 Choupo-Moting, 9 Etòo, 10 Emana. (1 Kameni, 22 Ndy, 4 Song, 8 Geremi, 12 Bong, 14 Chedjou, 7 Nguemo, 20 Mandjeck, 21 Matip, 15 Webo, 17 Idrissou, 23 Aboubakar). All: Paul Le Guen (Fra)

Arbitro: Benquerenca (Portogallo).