Disfatta Italia, ascesa e declino di Marcello Lippi

Pubblicato il 25 Giugno 2010 1:06 | Ultimo aggiornamento: 25 Giugno 2010 1:08

Marcello Lippi

Si conclude nel peggiore dei modi il ritorno sulla panchina azzurra di Marcello Lippi. Il tecnico viareggino aveva guidato l’Italia al quarto trionfo mondiale nel 2006 a Berlino e nel 2008 era ritornato a sedersi sulla panchina della Nazionale al posto di Roberto Donadoni, sperando in qualcosa di completamente diverso. Ma cosi’ non è stato e questa ‘debacle’ a Sudafrica 2010, a conclusione del suo secondo biennio in azzurro, rimarrà una macchia indelebile in un curriculum ricco di soddisfazioni.

A livello di club, i successi di Lippi sono legati alla Juventus. Nel 1994 prende il timone della ‘Vecchia Signora’ e la conduce inaspettatamente alla conquista dello scudetto numero 23, il primo dopo nove anni di astinenza. Nella stessa stagione vince anche la Coppa Italia. Con i bianconeri Lippi conquistera’ altri quattro titoli, due nel secondo periodo sulla panchina della Juventus: nelle stagioni 2001-02 e 2002-03, dopo una parentesi infelice all’Inter.

In quegli anni Lippi e la sua Juve si aggiudicano per quattro volte anche la Supercoppa Italiana. In campo internazionale Lippi porta la Juventus prima sul tetto d’Europa, conquistando la Champions League nel 1996 e poi sul tetto del mondo con la vittoria della Coppa Intercontinentale, sempre nel 1996. Nello stesso magico anno arriva anche la Supercoppa Uefa. Dopo la vittoria ai Mondiali del 2006 il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, gli conferisce l’onorificenza di Commendatore dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana.