Mondiali, Olanda-Spagna: probabili formazioni live della finale

Pubblicato il 9 Luglio 2010 15:14 | Ultimo aggiornamento: 9 Luglio 2010 15:14

Wesley Sneijder

Queste le probabili formazioni di Olanda-Spagna, che si affrontano domenica a Johannesburg nella finale di Coppa del Mondo.

Olanda (4-2-3-1): Stekelenburg; Boulahrouz, Heitinga, Mathijsen, Giò; Van Bommel, de Zeeuw; Kuyt, Sneijder, Robben; Van Persie. All. Van Marwijk

Spagna (4-2-3-1): Casillas; Sergio Ramos, Pique, Puyol, Capdevila; Busquets, Xabi Alonso; Iniesta, Xavi, Pedro; Villa. All. Del Bosque

Arbitro: Webb (Inghilterra)

Olanda-Spagna sarà la finale inedita che chiuderà la Coppa del Mondo 2010. Le due Nazionali non hanno mai conquistato un titolo mondiale.

Qualunque sia il risultato siamo al cospetto di una new entry nell’albo d’oro del Mondiale.

Una finale rosso-arancio, la prima in assoluto nella storia dei Mondiali. Una finale, oltre tutto, tra due squadre che non hanno mai alzato al cielo la Coppa.

Sara’ un match assolutamente inedito quello che giocheranno Spagna e Olanda domenica sera a Johannesburg.

La rappresentativa iberica finora non era mai approdata alla finale di un Mondiale; mentre quella arancione vi era arrivata nel 1974 e nel 1978, ma entrambe le volte era stata sconfitta dai padroni di casa (rispettivamente Germania Ovest e Argentina).

Quale che sia il risultato tra Spagna e Olanda, inoltre, Sudafrica 2010 sara’ il primo Mondiale vinto da una Nazionale europea fuori dall’Europa.

E’ scoppiata come un boato represso da decenni la ‘fiesta’ spagnola per il primo passaggio ad una finale dei mondiali di calcio, guadagnata sconfiggendo la Germania, proprio come due anni fa, quando le Furie rosse hanno vinto l’europeo. A Madrid i tifosi radunati di fronte ai maxischermi piazzati attorno allo stadio Santiago Bernabeu hanno iniziato a cantare all’unisono il coro ‘Yo soy espanol, espanol, espanol’ (io sono spagnolo, spagnolo, spagnolo) ed hanno invaso il vicino Paseo della Castellana, con quattro corsie per ogni senso di marcia, festeggiando il gol di Puyol, e improvvisando un sit-in che ha bloccato completamente il traffico. Nelle altre strade della citta’ i petardi e i clacson hanno avuto libero sfogo appena l’arbitro ha fischiato la fine della partita. Le bandiere rossogialle (la rojigualda) sono spuntate e da balconi e macchine in fila per entrare in centro. ”Questo non l’abbiamo mai vissuto, questa e’ storia”, urlava David Munoz a El Mundo.es, appena conquistata la finale. Il centro di Madrid e’ stato letteralmente preso d’assalto e transitare in macchina nelle vicinanze del Bernabeu e impossibile. “Ci siamo mangiati la salsiccia tedesca”, commenta euforico Feliz Ruiz mentre fa girare con la mano la maglietta di Fernando Torres per le strade di Madrid. Per il quotidiano sportivo Marca, sono ‘milioni’ gli spagnoli scesi in strada per festeggiare la prima finale. Anche a Barcellona, cuore della nazionalista Catalogna, i petardi sono iniziati a scoppiare gia’ prima del fischio finale, e clacson e urli festeggiano una vittoria che “sa di gloria”, come scrive il quotidiano As. La ‘fiesta’ si celebra ovunque: gli inviati di El Pais nel paesino di Orea (Guadalajara, centro) parlano di una standing ovation per la nazionale, e successivi urli e petardi assordanti.

Anche nelle Baleari, dove la folta comunita’ tedesca era pronta a celebrare la rivincita sulla Spagna dell’europeo, i tifosi della ‘Roja’ hanno preso il sopravvento.

Razzi e fuochi di artificio illuminano, sulla spiaggia di Palma di Maiorca, turisti e residenti germanici tristi e sconsolati, che secondo il corrispondente de El Pais, “sanno perdere bene” e non provocano problemi.

“E’ un duro colpo, ma lo sport è cosi’”, afferma un tifoso tedesco, mentre la ‘Piccola Germania’ viene invasa pacificamente dagli spagnoli in festa.

Sarà l’inglese Howard Webb a dirigere la finale dei Mondiali di calcio tra Olanda e Spagna, in programma domenica 11 luglio alle 20.30 a Johannesburg. Lo ha comunicato la Fifa. Gli assistenti saranno i connazionali Darren Cann e Michael Mullarkey, il quarto uomo il giapponese Yuichi Nishimura.

Designato anche l’arbitro di Uruguay-Germania, finale per il terzo e quarto posto che si giocherà sabato 10 alle 20.30 a Port Elizabeth: sarà il messicano Benito Archundia, coadiuvato dagli assistenti Hector Vergara (Canada) e Marvin Torrentera (Messico). Il quarto uomo sarà un altro messicano, Marco Rodriguez.