Montagna, Dobbiaco-Cortina granfondo di sci nordico

Pubblicato il 28 Gennaio 2011 5:53 | Ultimo aggiornamento: 27 Gennaio 2011 18:42

Per gli appassionati degli sport invernali e in particolare degli sci stretti la Dobbiaco-Cortina rappresenta una ”leggenda”. Come per le altre edizioni, quest’anno si celebra la 34/ma, la granfondo nordica tra il 5 e 6 febbraio vedra’ oltre un migliaio di fondisti unire l’Alta Pusteria con la conca d’Ampezzo, in uno dei percorsi considerati tra i piu’ belli e affascinanti delle Dolomiti. Una kermesse, non solo sportiva, che e’ ormai entrata nella storia della disciplina: non a caso di anno in anno cresce il numero dei partecipanti, molto di quali provenienti dall’estero e in particolare dai Paesi scandinavi, dove lo sci di fondo e’ lo sport piu’ diffuso e praticato. In programma un doppio appuntamento con l’obiettivo di favorire sia i cultori della tecnica classica che di quella libera.

Sabato 5 e’ prevista la prova Cortina-Dobbiaco di 30 chilometri in tecnica libera: partenza da Fiames, localita’ a pochi chilometri dal capoluogo ampezzano, che ospita alcuni impianti sportivi, tra cui il centro fondo. Qui e’ stato fissato lo ”start” per una prova veloce a skating verso nord: superato il passo di Cimabanche (il valico alpino delle Dolomiti posto a 1.529 metri d’altezza e situato tra il massiccio della Croda Rossa d’Ampezzo a nord e quello del Cristallo a sud) i fondisti scenderanno verso Dobbiaco. Il giorno dopo, per la classica Dobbiaco-Cortina, si cambiera’ il senso di marcia, il chilometraggio e la tecnica: allineandosi dalla valle di Landro, dopo 42 chilometri i partecipanti raggiungeranno in tecnica libera il cuore di Cortina d’Ampezzo.

Forte di una tradizione consolidata, sotto il campanile sara’ collocato lo striscione d’arrivo, che dopo i campioni vedra’ transitare per diverse ore i praticanti e gli appassionati occasionali. Un folto gruppo di sciatori, senza l’assillo del cronometro, che potra’ ammirare con maggiore calma e relax le bellezze dei panorami che incorniceranno i tracciati. Parte di loro, quelli piu’ allenati, parteciperanno ad entrambe le gare, entrando nella classifica combinata.