Monza, Cristian Brocchi nuovo allenatore: “Mi manda Berlusconi…”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 23 ottobre 2018 19:08 | Ultimo aggiornamento: 23 ottobre 2018 19:09
Monza, Cristian Brocchi nuovo allenatore: "Mi manda Berlusconi..."

Monza, Cristian Brocchi nuovo allenatore: “Mi manda Berlusconi…” (Ansa)

MONZA – Il Monza di Cristian Brocchi sarà ispirato alla filosofia di Silvio Berlusconi: due punte in campo, ricerca incessante del bel gioco e ambizione da grandeur della Serie C, con l’obiettivo dichiarato della promozione. Il tecnico, rasato di fresco e ben vestito come piace al patron, appare però piuttosto stizzito per la nomea affibbiatagli di ”cocco di Berlusconi”, un fardello pesante da portarsi dietro all’alba di una nuova avventura.

”Se ne è parlato pure troppo, contano i meriti. La sua stima e la sua considerazione me le sono guadagnate. Ieri il presidente mi ha telefonato: mi ha detto che è molto contento di tornare a lavorare insieme. Per me – sottolinea Brocchi, con un chiaro riferimento all’esperienza del Milan – è un bell’attestato di stima, è la ripresa di quanto abbiamo lasciato in un altro momento, di un lavoro dove ho fatto vedere cose buone”.

Il tema del legame tra allenatore e patron è spinoso. A Galliani, schierato al suo fianco da dirigente navigato, preme quindi rivendicare la paternità della doppia scelta di esonerare il predecessore, Marco Zaffaroni, dopo 5 gare senza vittorie e di affidare la panchina a Brocchi: ”Non è il cocco di Berlusconi, né di nessuno. L’ho scelto io, ovviamente con l’avallo del presidente. Vorrei ricordare a tutti che anche un certo Fabio Capello era stato additato come cocco di Berlusconi nel 1991 e poi ha vinto tutto”.

Per Galliani è impossibile scordare i 31 anni di Milan, tanto da cadere in un lapsus freudiano e invertire il nome delle due squadre: ”D’altronde sono stato ad del Milan e tifoso del Monza, ora sono ad del Monza e tifoso del Milan e a volte confondo i miei ruoli”. Galliani torna serio, chiede una scossa e chiama a raccolta i tifosi, annunciando ”uno sconto del 50%” sui prezzi dei biglietti e ricordando ”gli importanti investimenti” per portare la capienza del Brianteo a 7.500 posti.

Non nega nemmeno di essere pronto a muoversi sul mercato di gennaio per rafforzare la squadra: dal Verona è già stato prenotato Fossati, già aggregato alla squadra. Brocchi, che nel pomeriggio ha diretto il primo allenamento, svela il proprio manifesto per cercare di invertire la rotta e migliorare il decimo posto in classifica: ”Dovrò riportare serenità nello spogliatoio, voglio imporre una mentalità vincente attraverso il gioco. Abbiamo tutte le qualità per fare bene, ma siamo in tante squadre a puntare alla promozione in Serie B. Non sarà facile, noi allenatori siamo valutati sui risultati”.

LEGGI ANCHE:
Classifica, calendario, risultati e marcatori del campionato di Serie A.
Come funziona l’abbonamento a Dazn per vedere le partite di Serie A.
I siti legali dove vedere in streaming le partite di calcio.