Moratti: "Inter-Napoli falsata da Rocchi"

Pubblicato il 4 Ottobre 2011 9:29 | Ultimo aggiornamento: 4 Ottobre 2011 9:35

Milano – E' un Massimo Moratti che sembra aver metabolizzato la sconfitta con il Napoli e le polemiche per l'arbitraggio di Gianluca Rocchi, che ha pesantemente danneggiato l'Inter e che e' stato unanimemente contestato anche dalla stampa.

E la coda oggi, anche se meno pesante del previsto, e' la squalifica che il giudice sportivo di serie A ha inflitto per un turno al tecnico Claudio Ranieri, espulso durante l'intervallo.

Con il corollario di una partita saltata anche per il nerazzurro Obi, anch'egli espulso durante la gara, e ammende di 10.000 euro per Cordoba e Milito, entrambi in tribuna, mentre Javier Zanetti se l'e' cavata con un'ammenda di 1.500 euro. Tranne che per Obi, poi, le sanzioni sono state inflitte per aver rivolto frasi ingiuriose al direttore di gara.

''Ho letto le dichiarazioni di Braschi, che sono di buon senso e cercano di calmare le acque. Nessuno vuole fare alcunche', il malumore viene alla fine della partita che secondo noi e' stata un po' falsata. Non c'e rancore, ci vuole senso di responsabilita' da parte di tutti'', ha detto il presidente nerazzurro. ''Bisogna fare attenzione – ha aggiunto Moratti entrando negli uffici della Saras – perche' poteva essere una partita bellissima''. ''Non credo che gli arbitraggi siano una risposta alle vicende di Calciopoli. Sarebbe infantile come reazione.

L'anno scorso gli arbitri mi erano sembrati bravi, spero di poter dire la stessa cosa quest'anno – ha sottolineato il patron dell'Inter -. Non voglio pensare a complotti, non ci sono i presupposti per adesso per pensare cose del genere''. Sul suo possibile deferimento Massimo Moratti non si e' sbottonato: ''Puo' darsi che ci sara' il deferimento, non lo so''. Non si e' sbilanciato nemmeno sulla cosiddetta ricusazione dell'arbitro Rocchi: ''So bene che non esiste la ricusazione di un arbitro – ha spiegato – faranno quello che riusciranno a fare, ci vuole buon senso, penso che lo sapranno usare''. Gianluca Rocchi ha avuto solo una gara ''sottototono'', ma e' un arbitro ''che il mondo ci invidia''. Il designatore Stefano Braschi difende a spada tratta l'arbitro di Firenze, finito nella bufera e contestato dai nerazzurri per alcune decisioni nell'anticipo di sabato a San Siro. Una direzione di gara fortemente attaccata dallo stesso Moratti, ma che il designatore della serie A riduce semplicemente a una performance meno brillante. ''Rocchi e' uno degli arbitri piu' importanti, con l'Inter e' stata solo una prestazione sottotono – ha spiegato Braschi – E' uno dei migliori d'Europa, stimato da me e non solo. Da un anno e mezzo fornisce prestazioni di straordinario livello''.