Eco di Bergamo e Il Centro di Pescara: “Caso Morosini, avvisi di garanzia per 2 medici”

Pubblicato il 7 Luglio 2012 13:21 | Ultimo aggiornamento: 7 Luglio 2012 13:35

Morosini (LaPresse)

BERGAMO – “Il Centro di Pescara” riporta importanti novità sul caso Piermario Morosini a pochi giorni da quello che sarebbe stato il suo ventiseiesimo  compleanno.

Sarebbero pronti a partire due avvisi di garanzia per la morte del calciatore. Scrive Il Centro:

“Il medico legale Christian D’ovidio, la scorsa settimana, ha consegnato in Procura la relazione finale dell’autopsia contenuta in un fasciolo di ben 250 pagine, l’inchiesta sembra essere arrivata agli sgoccioli dopo due mesi e mezzo di indagini a tutto tondo per cercare di capire non solo come e perchè è morto il calciatore, ma soprattutto se, in quei sei minuti e 14 secondi di delirio, il 25enne poteva essere salvato dal defibrillatore. Sin dall’inizio, l’attenzione degli investigatori si è concentrata sull’operato dei quattro medici che si sono avvicendati in campo nel disperato tentativo di rianimare il ragazzo e per questo è a due di loro, secondo indiscrezioni, che sono indirizzati i due avvisi di garanzia”.

Ulteriori novità sul caco Morosini ce le fornisce l'”Eco di Bergamo”.

5 x 1000

L'”Eco di Bergamo” spiega che il giudice del lavoro di Pescara ha reintegrato nel posto di lavoro Giorgio Mancinelli, l’ufficiale dei vigili urbani di Pescara che aveva parcheggiato un’auto  all’interno dello stadio Adriatico durante Pescara-Livorno e che, secondo l’accusa mossa contro di lui dal Comune di Pescara, aveva bloccato l’ambulanza per i soccorsi a Piermario Morosini.