Morte Piermario Morosini, tre medici rinviati a giudizio per omicidio colposo

di Redazione Blitz
Pubblicato il 25 Marzo 2014 15:57 | Ultimo aggiornamento: 25 Marzo 2014 15:57
Morte Piermario Morosini, tre medici rinviati a giudizio

Morte Piermario Morosini, tre medici rinviati a giudizio (foto Ansa)

PESCARA – A giudizio per omicidio colposo i tre medici indagati per la morte di Piermario Morosini allo stadio Adriatico il 14 aprile 2012 durante Pescara-Livorno. Lo ha deciso il gup di Pescara, Luca De Ninis, accogliendo la richiesta del pm Valentina D’Agostino.

Si tratta dei medici del Livorno Manlio Porcellini, del Pescara Ernesto Sabatini e del 118 di Pescara Vito Molfese.

Morosini morì per arresto cardiaco dovuto ad una cardiomiopatia aritmogena. Il processo a carico dei tre medici è stato fissato per il primo dicembre 2014, dinanzi al Tribunale Monocratico, giudice Nicola Colantonio.

Cardine del procedimento la perizia presentata dai consulenti nominati dal Gip, Vittorio Fineschi, Francesco Della Corte e Riccardo Cappato, in cui i tre professionisti sostennero che i tre medici “dovevano usare il defibrillatore semi-automatico, disponibile quel giorno”.