Valentino Rossi torna in pista: arriva in stampelle, poi sale sulla moto

Pubblicato il 7 Luglio 2010 22:05 | Ultimo aggiornamento: 8 Luglio 2010 12:47

A un mese dall’infortunio al Mugello Valentino Rossi è tornato in sella alla sua moto, ma per una prova sulla pista di Misano. Arriva in stampelle, ma poi va in pista. La caduta dopo la paurosa sbandata della sua Yamaha M1 gli aveva causato una frattura esposta e scomposta di tibia e perone della gamba destra. Da quel momento, tranne per la gara del Mugello, vinta da Dani Pedrosa, a dominare in pista è stato l’altro pilota della Yamaha, Jorge Lorenzo, che si sta tranquillamente candidando al titolo 2010.

”Spero non vinca nessuno – aveva detto scherzando Rossi dal letto di ospedale prima del Gp d’Italia – ma so che non sarà così”. Prima del Mugello Valentino non mancava una gara da 15 anni, recordman di presenze con 230 appuntamenti (176 nella massima categoria). La voglia di tornare si manifestava concretamente dopo il weekend di Assen, quando era stato diramato un comunicato nel quale Rossi dichiarava: ”Voglio tornare presto in pista, saro’ pronto per la gara di Brno”.

Rossi e’ entrato in pista per un primo turno di prove alle 18.28, compiendo 11 giri per poi rientrare ai box alle 18.55. In questa prima sessione il campione di Tavullia ha girato in 1’41”000, piu’ lento del miglior tempo fatto in gara da Max Biaggi di circa di 4,5 secondi (1’36”589). Il risultato di questa prova consegna un Valentino Rossi in condizioni fisiche buone e mentali ottime, già sostanzialmente pronto al rientro, magari già al prossimo appuntamento mondiale: il Gp di Germania, che si correra’ il 18 luglio al Sachsenring.