Motomondiale: salta il Gp d’Ungheria, si correrà in Spagna

Pubblicato il 18 Marzo 2010 18:08 | Ultimo aggiornamento: 18 Marzo 2010 18:08

Non si correrà il Gran Premio d’Ungheria del Motomondiale, in programma il 19 settembre, in quanto il costruttore non è in grado di terminare la realizzazione del circuito di Balatonring.

L’impresa spagnola Sedesa aveva iniziato i lavori l’anno scorso, nel comune Savoly (Ungheria del sud), vicino al lago Balaton, basandosi su una promessa di credito da parte dello stato ungherese.

La Dorna, società che gestisce i diritti del Motomondiale, aveva firmato un contratto per mettere in programma la gara al Balatonring per 10 anni e il governo del premier Bajnai aveva appoggiato il progetto.

La banca (pubblica) di sviluppo Mfb invece, questa settimana, ha ritirato l’ok per un credito di 35 miliardi di fiorini (130 milioni di euro), giudicando troppo alti i rischi. Una campagna dell’opposizione per sospetta malversazione dei fondi pubblici ha influenzato la decisione.

Il costruttore spagnolo, che ha già investito cinque miliardi di fiorini nel progetto, chiede un risarcimento. L’atmosfera avvelenata da scandali di corruzione per le prossime elezioni l’11 aprile ha reso impossibile la realizzazione del nuovo circuito, nonostante le gare motociclistiche siano divenute molto popolari in Ungheria dopo la vittoria iridata di Gabor Talmacsi nel 2007, in sella a una Aprilia 125 cc.

La gara di Balatonring era stata così cancellata dal calendario. Al suo posto il Gran premio di Aragona (Spagna).