Musa Juwara, chi è: 1° gol in Serie A a 18 anni a San Siro in Inter-Bologna

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 5 Luglio 2020 19:06 | Ultimo aggiornamento: 5 Luglio 2020 19:06
Musa Juwara, chi è: 1° gol in Serie A a 18 anni a San Siro Inter-Bologna

Musa Juwara, chi è: 1° gol in Serie A a 18 anni a San Siro in Inter-Bologna (foto Instagram, Barrow sulla sinistra e Juwara sulla destra)

Se lo stanno chiedendo tutti: chi è Musa Juwara? E’ il baby fenomeno del giorno. Ad appena 18 anni, con solo sei spezzoni di partite alle spalle, ha segnato il suo primo gol in Serie A nel corso di Inter-Bologna. In altri termini, Juwara è la grande scommessa vinta da Sinisa Mihajlovic.

Uno che se ne intende di lanciare baby fenomeni in Serie A  visto che è stato proprio lui a gettare nella mischia un giovanissimo Donnarumma.

Oggi Juwara ha segnato un gol pesantissimo. Quello del momentaneo due a uno. Quello che ha avviato la rimonta del Bologna, poi completata da Barrow, sul campo dell’Inter. Vittoria preziosa che permette ai rossoblù di sognare ancora l’aggancio alla zona Europa League.

Scopriamo di più di Juwara grazie a Wikipedia. Ala mancina molto veloce, è dotato di un tiro potente e tende a dare il meglio di sé in campo aperto. Nel 2018 il The Guardian lo ha inserito tra i 50 migliori calciatori nati nel 2001.

Nato in Gambia, è arrivato in Italia il 10 giugno 2016 approdando con un barcone nelle coste della Sicilia.

 Trasferito a Ruoti, dove ha iniziato a giocare per la squadra locale dell’Avigliano venendo adottato dall’allenatore della stessa, Vitantonio Summa.

 Messosi in mostra per via della reti segnate, nel 2017 viene acquistato dal Chievo, che dopo alcuni problemi legali (il trasferimento era stato inizialmente bloccato dalla FIGC) lo aggrega alla primavera.

L’11 novembre 2018 ha ricevuto la prima convocazione con i clivensi in occasione del match di campionato pareggiato 2-2 contro il Bologna, senza tuttavia scendere in campo. Nel marzo 2019 è stato ceduto in prestito al Torino per disputare il Torneo di Viareggio, in cui ha collezionato 3 presenze realizzando altrettante reti.

 Rientrato a Verona, il 25 maggio 2019 ha esordito fra i professionisti, all’ultima giornata di campionato, subentrando al 79′ a Manuel Pucciarelli nel corso dell’incontro pareggiato 0-0 contro il Frosinone.

L’8 luglio seguente è passato a titolo definitivo al Bologna.

 Pur rimanendo inserito nella rosa della Primavera felsinea, viene aggregato nella prima squadra, esordendo con i colori rossoblu il 4 dicembre in occasione della partita del quarto turno di Coppa Italia in casa dell’Udinese, partita persa dalla sua squadra per 4-0 in cui gioca titolare.

 Il 7 febbraio 2020 esordisce anche in campionato, nella vittoria in casa della Roma (2-3), rilevando nel finale il connazionale Musa Barrow.