Nainggolan: “Pallotta poco presente. La Roma mi ha deluso”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 17 ottobre 2018 10:59 | Ultimo aggiornamento: 17 ottobre 2018 10:59
nainggolan pallotta

Nainggolan: “Pallotta poco presente. La Roma mi ha deluso”

MILANO – Radja Nainggolan, a pochi giorni dal derby di Milano, racconta alla Gazzetta dello Sport i suoi primi mesi milanesi, il rapporto con Spalletti e il rapporto mai dimenticato con i colori giallorossi.

Partendo da quest’ultimo capitolo, il Ninja, senza troppi giri di parole, accusa il presidente della Roma: “Pallotta viene una volta all’anno… E io penso che una persona dovrebbe essere presente alla guida di una sua azienda. Sarebbe importante anche per i tifosi: ogni anno cambiano 3-4 giocatori importanti. Magari se ci fosse il presidente potrebbe spiegare meglio il perché di alcune scelte. Qui a Milano ho trovato una società molto preparata, ci sanno fare, sono tutti presenti. Steven Zhang è sempre qua”.

Poi sulla fine del rapporto con la Roma: “È finita non per colpa mia, almeno non del tutto. Sono rimasto deluso da alcuni comportamenti che come uomo non posso accettare. Io ho sbagliato, di sicuro, come quel video di Capodanno… Però loro hanno fatto le cose senza dirmi niente. E invece da uomini veri ci si parla in faccia. La Roma voleva incassare soldi dalla mia cessione. Ho scoperto dopo che erano d’accordo con club stranieri che non avrei mai accettato, mi sono sentito trattato come un giocatore non importante, hanno fatto le cose alle mie spalle. A quel punto mi ha chiamato Spalletti e non ci ho pensato un attimo. All’inizio avevo rimpianti, ma qui sono stato accolto benissimo”.

In merito al derby Inter-Milan che si giocherà domenica sera: “Qui a Milano è tutto più tranquillo. A Roma c’erano compagni romani che mi caricavano di continuo. E se perdevi, te lo ricordavano pure due mesi dopo…”.