Nainggolan, Spalletti: “Mi dispiace per il provvedimento ma le regole valgono per tutti”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 25 dicembre 2018 18:11 | Ultimo aggiornamento: 25 dicembre 2018 18:15
Nainngolan, Spalletti: "Mi dispiace per il provvedimento ma le regole valgono per tutti" (foto Ansa)

Nainngolan, Spalletti: “Mi dispiace per il provvedimento ma le regole valgono per tutti” (foto Ansa)

ROMA – “L’esclusione di Nainggolan? Mi dispiace, perché è un giocatore molto forte, che ci può dare dei vantaggi. Le regole nel calcio sono importanti quanto il pallone. È un provvedimento che riguarda solo questa partita, non è sospeso a lungo termine. Per le successive si vedrà. Però, purtroppo, in uno spogliatoio, in un gruppo, devo prendere delle decisioni e far rispettare il regolamento”. Luciano Spalletti, alla vigilia della supersfida contro il Napoli, parla a Sky Sport del provvedimento disciplinare adottato nei confronti del centrocampista belga.

L’allenatore dell’Inter, Luciano Spalletti, afferma sicuro che si aspetta “una reazione corretta”, da Raja Nainggolan, “perché il ragazzo è uno che capisce. Ha capito di avere sbagliato, si sta allenando in maniera corretta, verrà in ritiro insieme a noi. Vive la partita con noi, ma sicuramente non potendola giocare”.

Classifica? “Mancano ancora moltissime partite – dice Spalletti – e c’è la possibilità di ribaltare qualsiasi posizione. Per quello che abbiamo fatto, per quello che è la reale classifica, dobbiamo guardare il Napoli, provare a prenderlo. sono stati fatti dei passi in avanti, siamo terzi in classifica, ci sono tante squadre forti in questo campionato”.

“Stimolante averlo di fronte, perché lui è veramente – se non il più bravo – uno dei più bravi a livello mondiale – ammette, a Sky Sport, il tecnico dei nerazzurri -. A livello italiano di sicuro. Tutti dicevano che sarebbe stato l’allenatore ideale per la Nazionale, io questo lo condividevo, perché la sua esperienza ce l’hanno in pochi. Ha questo modo di fare sempre molto sereno, equilibrato, penso sia la sua forza. La trasferisce alla squadra, ha saputo mettere insieme la qualità di Sarri, aggiungendo un po’ della sua esperienza”.

Sull’exploit di Ivan Perisic, Spalletti spiega che “a un calciatore con quei numeri, crea un po’ di nervosismo sapere che gli mancano tanti gol”. Icardi? “Ci sono dei segnali – dice – stiamo progredendo sotto l’aspetto del suo comportamento personale, perché viene più a legare il gioco di squadra, sale più in trequarti a palleggiare e di conseguenza a creare buco sulla linea difensiva, superiorità in mezzo al campo”. “Il marcato? Non penso sia possibile andare a sostituire i nostri giocatori, ho un gruppo forte, che va lasciato lavorare, ho fiducia in loro”, conclude.