Napoli-Atalanta: interrogazione parlamentare per il rigore non dato da Giacomelli

di Redazione Blitz
Pubblicato il 31 Ottobre 2019 13:04 | Ultimo aggiornamento: 31 Ottobre 2019 13:26
Napoli-Atalanta: il rigore negato oggetto di interrogazione parlamentare

Le proteste dei calciatori del Napoli (foto Ansa)

ROMA – Dall’aerea di rigore direttamente al Parlamento. Il mancato penalty reclamato dal Napoli contro l’Atalanta è finito oggetto di interrogazione parlamentare indirizzata al ministro dello Sport. Non è una bazzecola: il Governo deve rispondere entro 30 giorni. Per ora c’è l’annuncio di Gaetano Quagliariello, senatore e presidente del Napoli Club Parlamento dell’interrogazione per “chiedere quali iniziative intende prendere il governo per garantire la regolarità del campionato”.

I fatti sono noti. Il difensore atalantino Kjaer sembra piombare scomposto sul centravanti napoletano Llorente. L’arbitro Giacomelli fa giocare e sul ribaltamento di fronte Ilicic centra il pareggio. Perché l’arbitro non si è fatto soccorrere dalla tecnologia Var? Se lo chiedono i napoletani che dal presidente De Laurentis in giù si sentono defraudati. Tanto più – e l’esempio è allegato alla interrogazione – che nella stessa giornata un fallo invero trascurabile (“meno evidente”) su Ronaldo è valso il rigore immediato nel recupero.

“Sarebbe bello – dice Quagliariello – se aderissero non soltanto i tifosi del Napoli, ma tutti i parlamentari che hanno a cuore la salvaguardia dello sport e delle sue regole”. “Magari l’iniziativa – si accontenta Il mattino che ha parlato di rigore solare – non restituirà i 3 punti conquistati legittimamente sul campo dal Napoli, ma almeno anche così il club azzurro può far valere le proprie ragioni nelle sedi istituzionali”. (fonte Il Mattino)