Napoli, caos San Paolo. Preliminare Champions League a Palermo

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 Luglio 2014 11:14 | Ultimo aggiornamento: 7 Luglio 2014 11:14
san paolo napoli

Stadio San Paolo (LaPresse)

NAPOLI – Napoli rischia di restare senza Champions League. Non la squadra che ovviamente giocherebbe a Palermo il prossimo preliminare di Champions League. L’appendice di sessanta giorni che il Comune di Napoli ha concesso alla convenzione nel calcio conta poco o nulla e per aprire le porte del San Paolo al preliminare servirà un accordo scritto che garantisce l’uso di un impianto per un anno intero.

Le rassicurazioni del sindaco Luigi De Magistris (“Stiamo lavorando su un nuovo accordo che ci auguriamo di firmare entro la fine di luglio”) non fanno dormire sonni tranquilli anche perché serve un patto definitivo che “assicuri” il San Paolo per l’intera stagione.

L‘Uefa aspetterà al massimo entro il 10 luglio e non per la fine del mese come affermato dal primo cittadino. La stagione degli azzurri inizierà il 19 o 20 agosto o magari il 26 o il 27 con il preliminare che vale circa 20 milioni di euro. In caso non si trovasse una soluzione tra club e comune, il Napoli sarebbe costretto a trasferirsi a Palermo per la gara che vale una stagione.