Napoli, De Laurentiis: “Sogno modello Barcellona”

Pubblicato il 10 Maggio 2010 8:40 | Ultimo aggiornamento: 10 Maggio 2010 9:30

Fabio Quagliarella

Superlativa. Così in casa Napoli, dopo la vittoria contro l’Atalanta che ha regalato agli azzurri la certezza del sesto posto, definiscono la stagione che ha portato al ritorno in Europa. “Oggi mi godo la classifica”, ha sottolineato il tecnico azzurro Walter Mazzarri, che, per la prima volta dal suo arrivo, entra in sala stampa classifica alla mano. “Ringrazio il pubblico – ha detto – con cui è nato un rapporto molto bello.

I nostri tifosi hanno capito il senso di questa squadra: ovvero il fatto di non mollare mai. Sono felice, ma ora ci aspetta la sfida di domenica contro la Sampdoria dove faremo di tutto per fare una grande prestazione. E’ stata una stagione superlativa nella quale abbiamo conquistato 26 risultati utili su 30”. Soddisfatto il patron Aurelio De Laurentiis, che fa autocritica: “Avrei dovuto avere il coraggio durante l’estate di ripulire tutto – ha evidenziato -. Le ultime gare della passata stagione (alla guida degli azzurri c’era Donadoni, ndr) non mi avevano convinto ma ho cambiato con ritardo. Meno male che già dopo le prime cinque gare avevo allertato Mazzarri. Comunque siamo riusciti a centrare questo obiettivo anche grazie alla tempestività del cambio di guardia”. Secondo il patron – che martedì festeggerà con la squadra l’Europa League, regalando ai calciatori orologi preziosi e gioielli alle loro mogli, il raggiungimento del traguardo non deve esaltare ma far riflettere. “Vorrei fare lo stesso percorso del Barcellona che prese giovani che, una volta esplosi, gli hanno permesso di essere sempre un competitor bravissimo”.

Infine l’annuncio sui prossimi innesti: un centrocampista, un difensore, e un attaccante da cifra doppia. Tra i nomi graditi al produttore cinematografico c’é anche quello di Pazzini. E, a proposito di bomber, a gioire per la doppietta che lo porta a quota 11 è Fabio Quagliarella, che sogna la convocazione in Nazionale: “Sono felice – spiega il bomber di Castellammare di Stabia – per essere arrivato alla doppia cifra e per aver raggiunto l’Europa Leauge con il Napoli.

La Nazionale? La sogno tutte le notti, spero di essere convocato anche se so che la concorrenza è tanta. Spero con le prestazioni di convincere mister Lippi. Ho fatto il massimo anche se stare fuori un mese mi ha fatto stare male, ma la squadra ha risposto alla grande”.