Napoli, De Laurentis scaricherà Ancelotti e trattiene il 5% dello stipendio degli ammutinati

di Redazione Blitz
Pubblicato il 8 Novembre 2019 13:05 | Ultimo aggiornamento: 8 Novembre 2019 13:06
Napoli caos: dopo l'ammutinamento, la vendetta di De Laurentis

Il Napoli al lavoro al Castel Volturno (Ansa)

ROMA – Il clamoroso caso di insubordinazione dei giocatori del Napoli non poteva restare senza gravi ripercussioni. Non c’è solo il rifiuto di proseguire il ritiro. De Laurentis medita vendetta, dopo gli alterchi tra i giocatori e il figlio Edoardo (addirittura Allan sarebbe stato a un passo dall’aggredirlo) al termine del match col Salisburgo. Mettiamoci la delusione per il contributo portato da Ancelotti.

L’ipotesi sulla quale lavorano i legali azzurri sarebbe quella di trattenere il 5% lordo degli stipendi (il massimo per regolamento) di dicembre della squadra. Più in là, a fine stagione o prima dipende dall’evolvere degli eventi, la giubilazione del mister emiliano. 

E quella dei senatori, quelli che hanno guidato l’ammutinamento per intenderci, in particolare Allan, Mertens, Callejon, Insigne, lo stesso Koulibaly.

“De Laurentis – segnala Tuttosport – è rimasto molto deluso dal rendimento della squadra nella sua gestione, si aspettava molto di più ed è probabile che in futuro non si affiderà più a tecnici celebrati e costosi. L’anno prossimo, però, sarà piazza pulita: via Ancelotti e via 6-7 calciatori tra i senatori”. (fonti Tuttosport e Sportmediaset)