Napoli, Donadoni contro tutti: dopo l’esonero critiche a De Laurentiis, Marino e squadra

Pubblicato il 7 Ottobre 2009 13:43 | Ultimo aggiornamento: 7 Ottobre 2009 13:43

Roberto Donadoni

L’esonero, il terzo in carriera dopo quelli di Livorno e Nazionale, non l’ha preso bene. Così Roberto Donadoni torna sulle ragioni del suo allontanamento dalla panchina del Napoli e lo fa attaccando il patron Aurelio De Laurentiis.

In un’intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport, il tecnico si scaglia contro il presidente: «De Laurentiis deve imparare tanto, è un vulcano che sa molto poco del nostro mondo. Gli ho detto che se mi facesse tre domande sul cinema io non saprei rispondere e lui altrettanto con me sul calcio».

La polemica, dell’ex ct azzurro non risparmia neppure Pierpaolo Marino, direttore generale allontanato da De Laurentis una manciata di giorni prima del suo esonero. Marino, infatti, aveva dichiarato di aver allestito una squadra fortissima. Per Donadoni però, la valutazione del dg «è opinabile, non mi pare che sia arrivata gente da Barcellona o Real Madrid».

Anche sulla squadra, Donadoni ha bisogno di togliersi qualche sassolino dalle scarpe:  «Sono disposto ad incontrare Mazzarri e gli auguro di centrare l’obiettivo, ma oggi questa squadra non vale l’Europa».