Napoli-Galatasaray, formazioni: Insigne sfida Drogba, Higuain presentato ai tifosi

di Redazione Blitz
Pubblicato il 29 Luglio 2013 7:33 | Ultimo aggiornamento: 29 Luglio 2013 7:34
Napoli-Galatasaray, formazioni: Insigne sfida Drogba, Higuain presentato ai tifosi (LaPresse)

Napoli-Galatasaray, formazioni: Insigne sfida Drogba, Higuain presentato ai tifosi (LaPresse)

NAPOLI, STADIO SAN PAOLO – Napoli-Galatasaray, formazioni dell’amichevole di lusso disputata alle ore 20.45 allo Stadio San Paolo di Napoli.

NAPOLI (4-2-3-1): Rafael; Mesto, Cannavaro, Britos, Armero; Inler, Behrami; Mertens, Hamsik, Insigne; Pandev. All. Benitez.

GALATASARAY (4-4-2): Muslera; Eboue, Gokhan Zan, Dany Nounkeu, Riera; Altintop, Baytar, Felipe Melo, Selcuk Inan; Sneijder, Drogba. All. Terim.

Torna il grande calcio internazionale ed il San Paolo si veste a festa. Conclusa la fase del ritiro a Dimaro, in Val di Sole, il Napoli si presenta domani sera al suo pubblico in una partita amichevole contro i turchi del Galatasaray, un avversario prestigioso, la squadra di Drogba e Sneijder.

Moltissime le novità per i tifosi azzurri: dall’ allenatore (Rafa Benitez è alla sua prima uscita al San Paolo sulla panchina dei partenopei), al terreno di gioco completamente rifatto subito dopo la fine dello scorso campionato e , soprattutto, ai volti nuovi dei giocatori che hanno profondamente e radicalmente modificato i connotati della squadra. Insomma un programma ghiotto che ha esercitato un richiamo fortissimo sui tifosi.

Nonostante il caldo intensissimo di questi giorni e la data estiva non proprio favorevole, si preannuncia infatti il tutto esaurito. L’attesa maggiore è per vedere all’opera Gonzalo Higuain, il calciatore che ha riacceso la fantasia dei tifosi ed ha ridato loro la speranza dopo la traumatica partenza di Edinson Cavani.

La presenza in campo dell’argentino non è per niente scontata, visto che dopo aver lasciato il ritiro del Real Madrid per precipitarsi in Italia non si è praticamente quasi mai allenato.

Higuain sarà comunque sicuramente presentato ai suoi nuovi tifosi nel contesto di una sorta di spettacolo all’americana che, con l’attenta regia del presidente De Laurentiis, la società sta predisponendo.

Oltre a Higuain saranno fatti conoscere ai tifosi anche gli altri nuovi acquisti di questa prima fase di calcio mercato: Mertens, Callejon, Reina ed Albiol.

Ma la conoscenza con i nuovi arrivati sarà soltanto una piccola parte – e neppure la principale – dello spettacolo che durerà ben due ore. L’appuntamento con i tifosi è fissato infatti alle ore 18:45, mentre la partita avrà inizio alle 20 45. Il programma messo a punto da De Laurentiis ed il suo staff prevede un’altra serie di iniziative:

innanzitutto la presentazione delle nuove maglie, poi quella del nuovo inno del Napoli. I giocatori entreranno in campo raggiungendo il centro del terreno di gioco passando in un corridoio ai lati del quale faranno ala le cheerleaders, un gruppo di ragazze scelto attraverso una selezione molto rigorosa svoltasi nel mese di giugno.

Le nuove maglie secondo indiscrezioni trapelate ma non confermate dovrebbero essere azzurra la prima, gialla la seconda e ‘mimetica’ la terza che, a quanto pare, la società avrebbe chiesto all’ Uefa di poter utilizzare anche in Champions League.

La parte riservata allo spettacolo si concluderà con l’esplosione di fuochi d’artificio. Poi verrà il momento del calcio giocato. Si tratta di un banco di prova importante per Benitez il quale avrà la possibilità di cominciare a capire fino a che punto il ritiro di Dimaro sia servito ai suoi uomini per capire i suoi schemi.

Si tratta di un impegno non da poco in quanto il Napoli è stato per tanti anni abituato a giocare con un modulo completamente diverso da quello che intende adottare Benitez.

Quello di domani sera con il Galatasaray sarà soltanto il primo di una serie di partite che, nei prossimi giorni, vedranno la squadra azzurra impegnata a livello internazionale.

Il 3 e il 4 agosto, infatti, il Napoli sarà presente a Londra nel trofeo Emirates Cup nel corso del quale sfiderà inglesi dell’Arsenal ed i portoghesi del Porto.