Napoli-Gozzano 4-0, gol splendido di Fabian Ruiz. In rete anche Verdi

di Redazione Blitz
Pubblicato il 14 luglio 2018 20:51 | Ultimo aggiornamento: 14 luglio 2018 20:51
Napoli-Gozzano 4-0, gol splendido di Fabian Ruiz. In rete anche Verdi

Napoli-Gozzano 4-0, gol splendido di Fabian Ruiz. In rete anche Verdi
ANSA/MAURIZIO DEGL’ INNOCENTI

NAPOLI – Debutta con un 4-0 con il Gozzano, squadra di serie C, il nuovo Napoli di Ancelotti, con Fabian Ruiz mattatore e autore di una rete spettacolare [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play]. Lo spagnolo brinda al suo debutto in maglia azzurra con un gol al 21′ del primo tempo che arriva con un tiro a giro da 25 metri. Nella ripresa segnano Grassi, Verdi su calcio di rigore e Ounas.

Ancelotti schiera in questa prima uscita stagionale, davanti a duemila tifosi napoletani, il 4-3-3, lo stesso modulo di gioco adoperato per tre anni consecutivi da Sarri. La manovra della squadra complessivamente è ancora poco fluida e condizionata anche dalla pesantezza del terreno di gioco dello stadio di Carciato bagnato nell’imminenza della gara da un forte acquazzone. Dall’inizio Ancelotti fa scendere in campo questa squadra: Karnezis, Hysaj, Albiol, Maksimovic, Luperto, Rog, Hamsik, Fabian, Callejon, Inglese, Lorenzo Insigne. Hamsik prende il posto di Jorgninho che proprio oggi è stato ufficialmente ceduto al Chelsea di Maurizio Sarri, e si schiera davanti alla difesa come regista.

Numerosi i cambi nella ripresa. Questa la squadra che va in campo: Contini (83′ Marfella), Hysaj (63′ D’Ignazio), Tonelli, Maksimovic (63′ Mezzoni), Luperto (66′ Senese), Allan, Diawara, Grassi (82′ Gaetano), Ounas, Vinicius (82′ Roberto Insigne), Verdi (82′ Ciciretti). Complessivamente gli azzurri fanno vedere qualche buona giocata, anche se la condizione atletica è necessariamente ancora approssimativa e le gambe sono pesanti, con i muscoli imballati.

Il vero dominatore e protagonista della partita è comunque Fabian Ruiz che alla prima uscita fa già capire che i 30 milioni di euro che sono serviti per l’acquisto del suo cartellino dal Betis Siviglia sono stati sicuramente ben spesi. Il centrocampista si dimostra forte nell’interdizione, ma capace al tempo stesso di mettere in vetrina giocate importanti nella fase offensiva.

Buone le indicazioni che arrivano anche da Hamsik nel nuovo ruolo di regista che Ancelotti ha ritagliato per lui. Discreta la prova di Grassi che dovrebbe essere ceduto a una squadra di serie A ma che non è escluso che Ancelotti voglia tenere con sé. Opache invece le prestazioni di Callejon, Tonelli e del giovane brasiliano Vinicius, apparso alquanto macchinoso quando si muove con il pallone tra i piedi. Gli azzurri torneranno in campo domenica prossima contro il Carpi per il secondo test a Trento.