Napoli, De Laurentiis: “Insigne e Raiola? Il problema è il loro. Mertens? Se vuole fare marchette in Cina…”

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 17 Ottobre 2019 14:39 | Ultimo aggiornamento: 17 Ottobre 2019 14:39
Napoli Insigne Raiola Mertens le verità di Aurelio De Laurentiis

Napoli, Lorenzo Insigne nella foto Ansa

NAPOLI – Aurelio De Laurentiis ha parlato delle situazioni di Lorenzo Insigne e Dries Mertens durante la presentazione a Palazzo San Giacomo per la convenzione dello stadio San Paolo. Il patron del Napoli non ha usato giri di parole ed è stato particolarmente duro con Lorenzo Insigne. Le sue dichiarazioni sono riportate dal Corriere dello Sport. 

“Io lascio vivere. Il problema di Insigne e di Raiola non lo risolve De Laurentiis, ma lo deve risolvere prima di tutto il giocatore, che deve capire da grande cosa vuole fare. Ha sempre avuto un atteggiamento di scomodità a Napoli. Io lo capisco e lo proteggo. Lui mi piace, mi sta molto simpatico, però ha sempre sentito scomoda la situazione napoletana. Deve stare tranquillo e diventare una persona più serena. Ma è un problema suo, non glielo possono risolvere né Raiola né Ancelotti”.

De Laurentiis è stato piuttosto duro anche con Mertens: “Se qualcuno vuole andare a fare le marchette in Cina, vediamo le cose diversamente”.

Lorenzo Insigne è ai ferri corti con il Napoli da mesi. Dopo che è passato a Mino Raiola, la sua situazione all’interno del Napoli è diventata critica. La scorsa estate Lorenzinho è stato vicinissimo a lasciare la Campania per trasferirsi all’estero. Raiola aveva già approfondito il dialogo con due club con cui è in ottimi rapporti come il Liverpool ed il Psg. 

Insigne piaceva molto a Klopp perché ha caratteristiche tecniche e fisiche simili a quelle degli altri attaccanti dei campioni d’Europa in carica. Nonostante Insigne fosse tentato a lasciare il Napoli, alla fine si è convinto a restare dopo un incontro con De Laurentiis a Capri con la sua famiglia al seguito. 

Dopo qualche mese, la situazione si è rifatta nuovamente critica perché Insigne ha iniziato ad avere un rapporto difficile con Carlo Ancelotti. L’ex allenatore del Milan lo ha sbattuto in tribuna in occasione della partita di Champions League contro il Genk e con questa scelta ha fatto scoppiare il caso Insigne. 

Ancelotti non lo considera più una prima scelta e nelle gerarchie è terminato dietro a Lozano, Callejon, Llorente, Mertens e Milik. Inoltre, la società non gradisce le continue pressioni dell’agente Raiola e per questo motivo potrebbe cedere Insigne a gennaio o la prossima estate.