La Juve non “muore” mai: 3-3 in rimonta sul campo del Napoli

Pubblicato il 29 Novembre 2011 22:48 | Ultimo aggiornamento: 29 Novembre 2011 22:49

Antonio Conte (LaPresse)

NAPOLI  – Napoli-Juventus 3-3, gol: Marek Hamsik 22′ (N), Goran Pandev 44′ e 68′ (N), Alessandro Matri 48′ (J), Marcelo Estigarribia 73′ (J), Simone Pepe 80′ (J). Rigore fallito da Marek Hamsik al 15′.

Il recupero del campionato di calcio di Serie A ha regalato ai tifosi di Napoli e Juventus sei gol e tante emozioni.

Il primo episodio arriva al 15′: Andrea Pirlo stende Ezequiel Lavezzi nell’area della Juventus: è calcio di rigore. Marek Hamsik è il rigorista. Il centrocampista slovacco realizza dagli undici metri ma Tagliavento, arbitro del match, fa ripetere. Hamsik fallisce la seconda trasformazione e si rimane sul risultato di 0-0.

Marek Hamsik sblocca il risultato su azione da calcio da fermo. Dopo un duplice tocco di Christian Maggio e Leonardo Bonucci, la palla arriva a Marek Hamsik che di testa batte da due passi l’incolpevole Gianluigi Buffon.

Il gol del 2-0 porta la firma di Goran Pandev. L’attaccante macedone ha realizzato il primo centro con la maglia del Napoli. Pandev ha insaccato con un bel diagonale rasoterra di destro dopo un rimpallo tra Maggio ed Andrea Pirlo, sfortunatissimo in questa circostanza.

La marcatura del 2-1 è stata siglata da Alessandro Matri. Il bomber della Juventus ha ricevuto un bell’assist da Arturo Vidal e ha battuto con un piatto destro Morgan De Sanctis, ex portiere della Juventus attualmente tra i pali del Napoli Calcio.

La rete del 3-1 è un capolavoro individuale di Goran Pandev. Il macedone ha addomesticato un pallone non semplice nell’area di rigore della Juventus e ha battuto Gianluigi Buffon con una grande girata di sinistro.

Il gol del 3-2 è stato realizzato dalla premiata ditta Alessandro Matri-Marcelo Estigarribia. L’attaccante ha spizzato di testa un pallone per l’esterno di centrocampo della Juventus che ha insaccato con un tocco preciso di destro.

La rete del 3-3 è stata siglata da Simone Pepe. L’ex attaccante della Roma ha segnato con un preciso destro rasoterra dopo una bella, e fortunata, azione personale.

Stadio – Grande cornice di pubblico allo stadio San Paolo di Napoli. Si sfiora il tutto esaurito. Grande presenza da parte dei tifosi della Juventus. E’ la Campania è una delle regioni italiane con più tifosi della “Vecchia Signora”.

Tattica – Il Napoli di Walter Mazzarri non cambia modulo: 3-4-2-1 con Goran Pandev al posto di Edinson Cavani. La Juventus risponde con uno spregiudicato 4-2-4. Antonio Conte punta su quattro attaccanti per sfatare il tabù San Paolo.

Le formazioni della partita disputata allo Stadio San Paolo di Napoli. Gara valida come recupero del campionato italiano di calcio di Serie A. Il grande assente di questa sera è il “Matador” Edinson Cavani, mattatore del Manchester City nell’ultima partita di Uefa Champions League.

Walter Mazzarri (LaPresse)

NAPOLI (3-4-2-1): De Sanctis; Campagnaro, Cannavaro, Aronica; Maggio, Gargano, Inler, Zuniga; Hamsik, Lavezzi; Pandev.
Panchina: Rosati, Fernandez, Fideleff, Dossena, Cavani, Chavez, Mascara.
Allenatore: Mazzarri.

JUVENTUS (4-2-4): Buffon; Lichtsteiner, Barzagli, Bonucci, Chiellini; Pirlo, Vidal; Pepe, Matri, Vucinic, Estigarribia.
Panchina: Storari, De Ceglie, Pazienza, Giaccherini, Krasic, Del Piero, Quagliarella.
Allenatore: Conte.