Napoli-Juventus: formazioni, caso Lavezzi e sfida Mazzarri-Conte

Pubblicato il 29 Novembre 2011 11:12 | Ultimo aggiornamento: 29 Novembre 2011 14:00

Antonio Conte (LaPresse)

NAPOLI –   È la sera di Napoli-Juventus. La partita verrà recuperata alle 20.45 dopo lo stop dello scorso 6 novembre 2011 per la pioggia che aveva colpito la città di Napoli.

Napoli-Juventus è anche la sfida nella sfida tra Walter Mazzarri e Antonio Conte. Sono i due allenatori emergenti migliori del campionato di calcio di Serie A. Entrambi hanno alle loro spalle un’importante gavetta: Conte (Bari, Atalanta e Siena), Mazzarri (Reggina, Sampdoria e Livorno).

I due allenatori hanno un modo analogo di vedere il calcio. Mazzarri e Conte danno molta importanza al gioco sulle fasce. Il Napoli schiera sempre dal primo minuto due ali di ruolo come Christian Maggio ed Andrea Dossena. La Juventus risponde con Simone Pepe, prezioso sia in fase offensiva che in fase difensiva, e Claudio Marchisio, il centrocampista spesso si accentra e va a ricoprire la posizione di trequartista alle spalle di Matri lasciando libero Mirko Vucinic di svariare sulla fascia.

La vigilia della partita è stata tormentata dal caso “Ezequiel Lavezzi”.

”Il Pocho calciatore a Napoli ha tutto, ma il Pocho uomo non vive bene”. Il grido d’allarme che non fa dormire sonni tranquilli ai tifosi del Napoli e’ di Alejandro Mazzoni, procuratore di Ezequiel Lavezzi, intervenuto a Radio Crc nella trasmissione ‘Si gonfia la rete’ per commentare l’episodio che ha colpito la fidanzata dell’attaccante argentino, Yanina.

Si parla della rapina consumata ai danni di Yanina e il discorso scivola su come si vive a Napoli: ”Prima di tutto – dice – voglio dire che e’ difficile la vita privata di Lavezzi. Il Pocho calciatore a Napoli ha tutto: e’ amato dai tifosi, e’ sostenuto dagli stessi, si sente protagonista della squadra. Ma per cio’ che concerne il Pocho uomo, dico che il mio assistito sono quattro anni che vive chiuso nella sua casa, senza suo figlio che vive in Argentina e che quando arriva a Napoli non puo’ portare neanche al parco perche’ assalito dalla gente. Non e’ semplice vivere in questa maniera”.

”Per cio’ che concerne il furto subito da Yanina invece – ha aggiunto – dico che la ragazza non pensa assolutamente che Napoli sia una citta’ di merda anzi, e’ molto legata alla citta’ di Napoli e quelle dichiarazioni sono state fatte a caldo. Lavezzi si trova in una condizione difficile per cio’ che concerne la sua vita privata perche’ si ritrova a non poter piu’ uscire di casa, con la ragazza che adesso comincia ad avere paura di uscire anche da sola. Napoli non e’ una citta’ sicura”.

Prima Cavani, poi Hamsik e quindi Lavezzi presi di mira dalla criminalita’: ”Non so se i tre tenori del Napoli siano stati presi di mira – risponde Mazzoni – ma quando ad essere derubati sono stati proprio Lavezzi, Hamsik e Cavani una domanda nasce spontanea. La vita del Pocho a Napoli non e’ semplice, ma come calciatore ripeto, ha tutto. Una rapina puo’ succedere a qualsiasi persona, ma cio’ che e’ accaduto, fa riflettere. Adesso Yanina e’ piu’ tranquilla, anche perche’ e’ una ragazza argentina e sa bene che episodi del genere possono accadere in qualsiasi parte del mondo. Napoli da’ tanto ad un calciatore, ma poi questo entusiasmo lo si paga nella vita privata”.

Walter Mazzarri (LaPresse)

Alla fine si parla anche di calcio: ”Napoli-Juventus? Sarebbe bello se il Pocho andasse a segno proprio con la Vecchia Signora. In partite come queste Lavezzi si esalta, speriamo ne esca fuori una grande partita del Napoli”.

Le formazioni di Napoli-Juventus:

Napoli (3-4-2-1): 1 De Sanctis, 14 Campagnaro, 28 Cannavaro, 6 Aronica, 11 Maggio, 23 Gargano, 88 Inler, 8 Dossena, 17 Hamsik, 22 Lavezzi, 29 Pandev. (83 Rosati, 21 Fernandez, 20 Dzemaili, 18 Zuniga, 19 Santana, 9 Mascara ). All.: Mazzarri.

Squalificati: nessuno Diffidati: Lavezzi. Indisponibili: Donadel e Britos.

Juventus (4-3-3): 1 Buffon; 26 Lichtsteiner, 19 Bonucci, 15 Barzagli, 3 Chiellini; 22 Vidal, 21 Pirlo, 5 Pazienza; 7 Pepe, 32 Matri, 14 Vucinic (30 Storari, 11 De Ceglie, 28 Estigarribia, 34 Marrone, 24 Giaccherini, 18 Quagliarella, 10 Del Piero). All: Conte.

Squalificati: Marchisio Diffidati: Pirlo, Chiellini e Pepe Indisponibili: nessuno. Arbitro: Tagliavento di Terni Quote Snai: 2,40; 3,20; 2,90.