Napoli-Juventus 2-1, Sarri torna da avversario e perde. Show di Insigne

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 26 Gennaio 2020 22:52 | Ultimo aggiornamento: 26 Gennaio 2020 22:52
Napoli-Juventus 0-0, Sarri torna da avversario. Milik sfida Cristiano Ronaldo

Napoli-Juventus, Cristiano Ronaldo nella foto Ansa

NAPOLI – Maurizio Sarri torna a Napoli per la prima volta da avversario e perde. La Juve non ha approfittato dei passi falsi di Inter e Lazio ed è caduta al San Paolo sotto i colpi di uno straordinario Lorenzo Insigne. Grazie a questo successo, il Napoli ha scacciato una crisi con quattro sconfitte consecutive e si è portato a quattro punti dalla zona Europa League occupata da Milan, Parma e Cagliari. La Juve resta prima a più tre sull’Inter e a più cinque sulla Lazio (che ha una gara in meno) ma non sfrutta l’occasione che aveva di allungare in classifica. 

Napoli-Juventus, il tridente Dygualdo non brilla: Sarri torna e perde da avversario. 

Napoli-Juventus 2-1, Sarri torna da avversario e perde. Show di Insigne

Napoli-Juventus 2-1, Insigne esulta dopo il gol vittoria (foto Ansa)

Il risultato è giusto perché i bianconeri sono apparsi davvero sottotono. Sarri ha puntato sul tridente delle meraviglie schierando la Juventus con il 4-3-1-2 con Szczesny; Cuadrado, De Ligt, Bonucci, Alex Sandro; Bentancur, Pjanic, Matuidi; Dybala; Higuain e Cristiano Ronaldo. Ma anche stasera, il Dygualdo ha dimostrato grandi limiti contro avversari di una certa caratura. Forse questo tridente può essere efficace solamente contro avversari nettamente inferiori alla Juventus. 

Gattuso ha vinto la partita puntando su  un 4-3-3 con Meret; Hysaj, Manolas, Di Lorenzo, Mario Rui; Fabian Ruiz, Demme, Zielinski; Callejon Milik e Insigne. L’attaccante campano, che aveva già fatto la differenza in Coppa Italia contro la Lazio, ha regalato spettacolo anche contro la Juventus entrando nelle azioni di entrambi i gol. 

Insigne ha propiziato la prima rete di Zielinski con un tiro respinto malamente da Szczesny, poi per il polacco è stato un gioco da ragazzi insaccare a porta vuota. Poi Insigne è salito in cattedra con un gran gol con un destro al volo su cross dalla destra di Callejon. Nel finale di partita, Cristiano Ronaldo ha reso meno amara la sconfitta della sua squadra con una rete da bomber vero su assist di Bentancur.