Napoli-Lecce, niente rigore e niente VAR. Giuntoli furioso con l’arbitro: “Il fallo su Milik era netto”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 Febbraio 2020 18:47 | Ultimo aggiornamento: 9 Febbraio 2020 18:47
Napoli-Lecce, niente rigore e niente VAR. Giuntoli furioso con l'arbitro: "Il fallo su Milik era netto"

Napoli-Lecce, il fallo di Donati su Milik. Per l’arbitro non è rigore. Il direttore di gara non è andato a rivedere l’azione al VAR (fermo immagine Sky Sport)

NAPOLI – Il Napoli ha perso di misura, in casa, contro il Lecce ma al termine della partita il ds Giuntoli si è presentato ai microfoni di Sky Sport per attaccare duramente l’arbitro per non aver concesso un rigore ai campani per un fallo di Donati ai danni Milik nell’area di rigore dei giallorossi.

“In campo si è visto nettamente il tocco, poi, l’arbitro ha evidenziato il fatto che lui l’abbia accentuato e lo ha ammonito. Però, quello che chiediamo noi, visto che c’è la VAR e che l’arbitro può sbagliare, è che in quel momento doveva andare sicuramente a rivederlo. Questa è una cosa che non possiamo accettare. Lui è convinto che si sia buttato.

Il fatto che ci sia una VAR che evidenzia il tocco, comunque, vallo a vedere. Questo è inaccettabile, abbiamo già subito un sacco di episodi del genere, mi riferisco anche all’Atalanta in casa. Poi, nel calcio ci sta che si vinca, si perda o si pareggi, quello non è un problema, abbiamo altre colpe, non sta a me adesso dirlo, c’è il mister che parla e che dice queste cose.

Poi, ci sarà un confronto con la squadra. Però, a livello societario non possiamo accettare che ci sia una VAR e che l’arbitro dopo cinque minuti non la vada a vedere. Però, il fatto che il gioco sia rimasto fermo per qualche minuto, credo proprio di si.

Noi vogliamo fare chiarezza su questa situazione, perché lui può sbagliare sul momento, ma essendoci la VAR non poteva non dare questo rigore e avrebbe dovuto togliere anche il cartellino giallo a Milik, che ha sicuramente accentuato, ma è stato toccato non poco”.

Il tabellino di Napoli-Lecce 2-3, i partenopei hanno protestato per il rigore non concesso a Milik che avrebbe potuto regalare loro il pareggio. 

NAPOLI (4-3-3): Ospina; Di Lorenzo, Maksimovic, Koulibaly, Mario Rui; Lobotka (1′ st Mertens), Demme, Zielinski; Politano (17′ st Callejòn), Milik, Insigne (32′ st Lozano). A disposizione: Meret, Karnezis, Hysaj, Luperto, Manolas, Allan, Ruiz, Llorente. Allenatore: Gattuso

LECCE (4-3-1-2): Vigorito; Rispoli, Lucioni, Rossettini, Donati; Deiola (46′ st Paz), Majer (23′ st Petriccione), Baràk; Saponara; Falco (30′ st Mancosu), Lapadula. A disposizione: Sava, Chironi, Vera, Shakhov, Monterisi, Calderoni, Maselli, Rimoli, Dell’Orco. Allenatore: Liverani

ARBITRO: Giua di Olbia

MARCATORI: 29′ pt Lapadula (L), 3′ st Milik (N), 16′ st Lapadula (L), 37′ st Mancosu (L), 45′ st Callejòn (N)

NOTE: Ammoniti: Koulibaly, Zielinski, Milik, Mario Rui, Demme (N), Rispoli, Vigorito, Petriccione (L) Recupero: 0′ e 5′.