Napoli-Legia Varsavia, scontri ultras a stazione Garibaldi

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 Dicembre 2015 9:36 | Ultimo aggiornamento: 10 Dicembre 2015 10:11
Napoli-Legia Varsavia, scontri ultras a stazione Garibaldi

Guerriglia tra ultras a Napoli

NAPOLI – Nella notte si sono verificati duri scontri tra ultras del Napoli e del Legia Varsavia, arrivati in città per la sfida di Europa League che si giocherà stasera alle 19, all’esterno della stazione Garibaldi. Un folto gruppo di tifosi del Legia Varsavia si è scontrata con un gruppo di ultras del Napoli nella zona antistante la stazione centrale di Napoli. Bombe carta, mazze di ferro e bastoni sono state le armi di questa guerriglia urbana, sedata dopo oltre 30 minuti di tensione dall’intervento delle forze dell’ordine.

Disordini anche in altre zone limitrofe alla stazione Garibaldi con bande di teppisti vestiti da tifosi del Napoli che hanno dato la caccia ai tifosi polacchi. Ed ancora, notte di terrore anche per quattro giovani napoletani: la loro auto, in via Marina, è stata incendiata dai tifosi del Legia Varsavia ed uno di loro è stato anche picchiato. Il bilancio dei feriti fornito dalla Questura è al momento di 9 agenti del reparto mobile, un poliziotto del commissariato ferito con un petardo; e poi un carabiniere e tre tifosi polacchi, uno nel corso degli scontri a Capodichino e due in piazza Garibaldi.

Carabinieri e Polizia setacciano le strade del centro storico per individuare i protagonisti delle azioni di violenza. Saranno un centinaio gli ultras del Legia, gemellati con quelli della Juve, che si recheranno al San Paolo per il match (video da Il Mattino).