Napoli penalizzato di un punto, la presa in giro di uno dei partner della Juventus

di Redazione Blitz
Pubblicato il 15 Ottobre 2020 8:47 | Ultimo aggiornamento: 15 Ottobre 2020 8:47
Napoli penalizzato di un punto, la presa in giro di uno dei partner della Juventus

Napoli penalizzato di un punto, la presa in giro di uno dei partner della Juventus

“Napoli a meno un grado. Tempo pazzo al Sud oggi”. Questa l’ironia social di uno degli sponsor della Juventus sul Napoli penalizzato.

Napoli penalizzato di un punto e sconfitto a tavolino 3-0 per non essersi presentato a Torino alla sfida contro la Juventus. Il giudice sportivo ha deciso così. L’Asl campana che ha impedito ai calciatori del Napoli di partire causa coronavirus non è bastata come spiegazione. Ora se ne occuperà la giustizia ordinaria.

Ma intanto il giudice sportivo ha deciso e sono partiti come spesso accade in questi casi gli sfottò sui social. Uno in particolare ha fatto innervosire i tifosi della Juventus. Proprio perché arrivato da uno dei partner commerciali della Juventus.

Sull’account ufficiale Twitter del partner bianconero è infatti apparso un post particolare: “Napoli -1°, tempo pazzo al sud, oggi”, scritto in inglese e con sullo sfondo il Golfo di Napoli su filtro azzurro. Tanto è bastato per creare una serie di risposte più che piccate da parte dei tifosi partenopei.

Pippo Baudo e lo stile Juve

“Non sottoscrivo affatto questa vittoria, non mi piace. Le vittorie vanno conquistate sul campo di gioco e giocando. Non è giusto che la Juve vinca a tavolino, non è nello stile Juventus”.

A dirlo all’Adnkronos è Pippo Baudo che, da storico tifoso juventino, commenta così la decisione del giudice sportivo della Serie A di assegnare la vittoria 3-0 a tavolino alla Juve per la partita non giocata contro il Napoli il 4 ottobre, infliggendo al Napoli una penalizzazione in classifica di un punto per non aver rispettato il regolamento. “Il Napoli ha fatto opposizione, e spero che venga accettata -aggiunge Baudo- Perché vincere così non va bene, non fa contenti”. (Fonti Twitter e Adnkronos).