Champions League, Inter rimontata a Dortmund. Napoli solo un pari con il Salisburgo

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 5 Novembre 2019 23:11 | Ultimo aggiornamento: 6 Novembre 2019 8:23
Champions League Napoli Salisburgo Borussia Dortmund Inter risultati gol

Champions League, Ancelotti e Insigne del Napoli nella foto Ansa

ROMA – Martedì negativo per le italiane impegnate in Champions League. L’Inter è crollato a Dortmund dopo essere stato in vantaggio di due gol mentre il Napoli non è andato oltre all’uno a uno interno contro il Salisburgo. Parliamo comunque di due situazioni diverse. Con questa sconfitta, l’Inter ha messo a serio rischio la qualificazione agli ottavi, mentre il Napoli è comunque vicino alla prossima fase della competizione perché ha ancora quattro punti di vantaggio sugli austriaci più lo scontro diretto a favore visto che ha vinto la gara di andata e ha pareggiato quella di stasera. 

L’Inter era partito forte sul campo del Dortmund ed era riuscito a portarsi sul doppio vantaggio con le reti di Martinez e Vecino nate da azioni molto belle dal punto di vista corale. Nella ripresa, l’Inter è crollato vistosamente dal punto di vista fisico e gli ospiti hanno prima pareggiato i conti con Hakimi, poi hanno vinto l’incontro con le marcature di Brandt e dello stesso calciatore di proprietà del Real Madrid. Sulla seconda rete di Brandt, c’è stato un errore clamoroso tra Candreva e Brozovic da rimessa laterale. 

Adesso l’Inter è a meno tre dal Dortmund e a meno quattro dal Barcellona, con due partite a disposizione per strappare la qualificazione agli ottavi di finale della Champions League. 

Il Napoli non è riuscito a scacciare la crisi che lo affligge in campionato nemmeno in Champions League. Questa gara è sembrata la fotocopia delle ultime prestazioni in Serie A.

Il Napoli gioca bene ma si divora una quantità industriale di reti, poi gli ospiti passano in vantaggio su rigore, per colpa di una ingenuità di Koulibaly, ed i campani iniziano ad attaccare a testa bassa. Lozano ha segnato la rete del pareggio mentre Insigne è stato fermato dalla traversa. Il Napoli ha chiuso la gara tra i fischi del pubblico ma mantiene comunque un vantaggio rassicurante sugli austriaci in chiave qualificazione. 

Borussia Dortmund-Inter 3-2, gol: Lautaro Martinez al 5′, Vecino al 39′, Hakimi al 50′ e al 77′ e Brandt al 64′.
Classifica: Barcellona 8, Dortmund 7, Inter 4 e Slavia Praga 2. 

L’Inter sfida il Borussia Dortmund in Champions League con Handanovic; Godin, De Vrij, Skriniar; Candreva, Vecino, Brozovic, Barella, Biraghi; Lautaro e Lukaku. I tedeschi rispondono con Bürki; Hakimi, Akanji, Hummels, Schulz; Witsel, Weigl; Sancho, Brandt, Hazard e Götze.

Inter in vantaggio al primo affondo. Lautaro Martinez ha ricevuto palla nell’area di rigore del Borussia Dortmund e ha battuto il portiere avversario con un tiro di sinistro indirizzato nell’angolino basso a destra. 

Al 21′,il pallonetto di Brozovic su assist di Lautaro Martinez è uscito di un soffio: Inter vicino al raddoppio. Al 22′, Lukaku aveva colpito il palo da buona posizione ma si trovava in posizione di fuorigioco quindi il gol non sarebbe stato comunque valido. Grande partita dell’Inter, raddoppio di Vecino al 39′. Brozovic ha passato la palla a Lautaro Martinez, l’argentino ha lanciato Candreva sulla fascia, l’ex esterno della Lazio ha crossato per Vecino che ha segnato con un bel diagonale con il destro. 

Il Borussia è tornato in partita al 50′. Hakimi, calciatore di proprietà del Real Madrid, ha insaccato da due passi su cross dalla destra di Hazard. Pareggio di Brandt al 64′. Il calciatore del Borussia Dortmund ha sfruttato un errore clamoroso tra Brozovic e Candreva per battere Handanovic da due passi.

Candreva ha battuto male una rimessa laterale, Alcacer ha anticipato Brozovic con un tocco al volo, la palla è arrivata a Brandt che si è involato davanti ad Handanovic e lo ha battuto con un bel diagonale.

Il Borussia Dortmund ha completato la rimonta al 77′ con Hakimi. Il calciatore di proprietà del Real Madrid ha triangolato bene con un compagno di squadra e ha battuto Handanovic da due passi. Inter sparita dal campo soprattutto da un punto di vista fisico. La gara è terminata sul risultato di 3 a 2 per il Dortmund. 

Napoli-Salisburgo 1-1, gol: Haaland su rigore all’11’ e Lozano al 43′.
Classifica: Liverpool 9, Napoli 8, Salisburgo 4 e Genk 1. 

Il Napoli cerca di scacciare la crisi in Champions League affrontando il Salisburgo con Meret; Di Lorenzo, Maksimovic, Koulibaly, Mario Rui; Callejon, Fabian Ruiz, Zielinski, Insigne; Mertens e Lozano. Gli austriaci rispondono con Coronel; Kristensen, Pongracic, Onguéné, Wöber, Ulmer; Minamino, Junuzovic, Szoboszlai; Hwang e Haaland.

Al 10′, l’arbitro ha assegnato un rigore al Salisburgo per un fallo in scivolata di Koulibaly su Hwang. Dagli undici metri, non ha sbagliato Haaland. Il bomber norvegese ha spiazzato Meret portando in vantaggio gli austriaci.  Al 12′, nell’azione successiva al rigore di Haaland, Callejon ha colpito il palo di testa su cross di Insigne. 

Al 22′, Insigne si è mangiato un gol davanti al portiere del Salisburgo su cross dalla destra di Callejon. Pareggio del Napoli al 43′, Lozano ha insaccato con un bel rasoterra di destro su assist di Lorenzo Insigne. Il messicano ha risposto così alle critiche che ha ricevuto per questo suo primo scorcio di stagione non esaltante con la maglia del Napoli. 

Traversa colpita da Insigne al 73′. Il calciatore del Napoli ha tirato dalla lunga distanza, il pallone è finito sulla traversa, poi è carambolato sulla schiena del portiere del Salisburgo ed è terminato in calcio d’angolo. La gara è terminata sul risultato di uno a uno.