Arsenal-Napoli, formazioni Champions League: Rafa Benitez sfida Wenger

di redazione Blitz
Pubblicato il 1 ottobre 2013 10:02 | Ultimo aggiornamento: 1 ottobre 2013 10:02
Arsenal-Napoli, formazioni Champions League: Rafa Benitez sfida Wenger (LaPresse)

Arsenal-Napoli, formazioni Champions League: Rafa Benitez sfida Wenger (LaPresse)

LONDRA, INGHILTERRA – Arsenal-Napoli, formazioni probabili della partita valida per la seconda giornata della fase a gironi di Champions League. Fischio d’inizio alle ore 20.45.

ARSENAL (4-2-3-1): 1 Szczesny, 3 Sagna, 4 Mertesaker, 6 Koscielny, 28 Giggs, 20 Flamini, 16 Ramsey, 44 Gnabry, 11 Ozil, 10 Wilshere, 12 Giroud. (21 Fabianski, 5 Vermaelen, 7 Rosicky, 8 Arteta, 17 Nacho Monreal, 23 Bendtner, 25 Jenkinson). All.: Arsene Wenger.

NAPOLI (4-2-3-1): 25 Reina, 16 Mesto, 33 Albiol, 5 Britos, 18 Zuniga, 88 Inler, 85 Behrami, 7 Callejon, 17 Hamsik, 24 Insigne, 9 Higuain. (1 Rafael, 14 Mertens, 20 Dzemaili, 27 Armero, 28 Cannavaro, 19 Pandev, 91 Zapata). All.: Rafa Benitez.

Arbitro: Milorad Mazic (Ser) Quote Snai: vittoria Arsenal 2.00; pareggio 3.40; vittoria Napoli 3.60

Primo confronto ufficiale tra Arsenal e Napoli in Inghilterra. L’Arsenal ospita per la sedicesima volta un’avversaria italiana in gare ufficiali e finora ha un bilancio – a proprio favore – di 9 vittorie, 4 pareggi e 2 sconfitte.

Il Napoli è alla sesta trasferta ufficiale in Inghilterra nelle classiche coppe europee e finora non ha mai vinto: score sfavorevole ai campani di 1 pareggio e 4 sconfitte, con porta partenopea sempre aperta per 13 reti totali incassate.

Nell’era-De Laurentiis il Napoli ha sempre segnato in Champions League: 9 partite disputate ed un totale di 16 marcature. Nella gara di quindici giorni fa contro il Borussia Dortmund, vinta 2-1 al San Paolo, Gokhan Inler e Marek Hamsik sono diventati – con 9 gettoni a testa – i pluripresenti azzurri all-time nella massima competizione europea. Dirige la gara il serbo Mazic, classe 1973, internazionale dal 2009. I precedenti con club inglesi sono 6 – mai con l’Arsenal – con score di 2 successi britannici, 3 pareggi ed 1 sconfitta.

Gli incroci con team italiani, invece, sono 3, con le nostre formazioni imbattute: bilancio di 1 successo (Udinese-Az 67 2-1, Europa League 2011/12) e 2 pareggi (Palermo-Thun 2-2, Europa League 2011/12 e Vaslui-Lazio 0-0, nella medesima competizione ed edizione). (con la collaborazione di Football Data).

Vigilia di sorrisi e complimenti per Arsene Wenger che elogia Rafa Benitez (“un grande allenatore”) ed esalta Lorenzo Insigne (“tra i migliori dei suoi”). La seconda partita di Champions League vale già una mezza ipoteca sugli ottavi per Arsenal e Napoli: chi vince può intravedere la qualificazione.

“Ma noi vogliamo trovare il giusto equilibrio tra ambizioni e umiltà. Parlare di vincere un titolo ora sarebbe ridicolo”, si schernisce Wenger che non lesina complimenti ai suoi prossimi avversari: “Benitez è un grande tecnico, lo capisci quando devi affrontare le sue squadre”. Alla domanda su quale sia l’azzurro più temibile, il tecnico alsaziano non ha dubbi: “Insigne è uno dei migliori, ma Sagna si prenderà cura di lui”.

L’esperienza di Benitez potrebbe essere l’arma in piu’ del Napoli quest’anno in Europa rispetto al passato targato Mazzarri: questa l’opinione di Marek Hamsik alla vigilia della sfida con l’Arsenal.

Due anni fa il Napoli di Walter Mazzarri veniva travolto dal Chelsea, salutando la Champions League agli ottavi di finale. Stasera  contro l’Arsenal sarà un Napoli diverso, più forte, con una guida (tecnica) di maggiore esperienza internazionale.

“Giocare partite di questo tipo fa crescere qualsiasi squadra e qualsiasi giocatore – le parole di Hamsik –. Sicuramente con questo mister ci sentiamo più pronti perché è un vincente e ci trasmette il suo spirito vincente”.