Ciro Esposito, testimone: “Ero sul pullman, lui ci ha salvato”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 5 settembre 2014 12:34 | Ultimo aggiornamento: 5 settembre 2014 12:34
Ciro Esposito, testimone: "Ero sul pullman, lui ci ha salvato"

Un frammento del video dell’agguato a Ciro Esposito

NAPOLI – A quattro mesi dalla tragedia della finale di Coppa Italia, Lino Palma, presidente del Club Napoli Milano Partenopea che si trovava su uno dei pullman assaltati a Tor di Quinto, racconta gli attimi (qui il VIDEO) di quando Ciro Esposito è stato colpito.

L’intervista sulle pagine de Il Mattino a cura di Dario Sarnataro:

Quando ha visto il video, pubblicato in esclusiva da ilmattino.it, cosa ha provato?

«Grande inquietudine, sono stati attimi terribili. Ancora adesso non mi spiego certe cose, mi fa molto male parlarne, ho negli occhi le lacrime dei bambini, il terrore sui volti dei miei amici. Su quel bus eravamo 78 persone, la nostra prima trasferta, doveva essere una festa, e invece… Non bisogna però dimenticare ma ottenere giustizia e non vendetta, come vuole la famiglia di Ciro».

Rivedendo quelle immagini cosa la sconvolge di più?

«Oltre a quel povero ragazzo a terra, il comportamento della polizia. Assurdo, vergognoso che non siano intervenuti, che non l’abbiano soccorso. In generale non mi spiego come mai il Questore di Roma non si sia ancora dimesso. Abbiamo partecipato a trasferte molto meno rischiose e c’è stata una maggiore sicurezza, quella che è mancata assolutamente il 3 maggio».