Napoli, Marco Donadel: “Ho avuto paura di smettere la carriera”

Pubblicato il 7 settembre 2012 1:14 | Ultimo aggiornamento: 7 settembre 2012 0:50

Donadel (LaPresse)

NAPOLI – “Quello scorso è stato un anno orribile, da dimenticare al più presto. Quando succedono cose brutte, bisogna reagire e andare avanti. Ho rischiato grosso anche a livello di carriera, ora mi sento benissimo e gioco. Per me è una gioia immensa”, parole del centrocampista partenopeo, Marco Donadel, ai microfoni di Radio Marte.

“Noi l’anti-Juve? Dobbiamo essere sempre equilibrati, Mazzarri è bravo in questo a tenerci con i piedi per terra. Sappiamo di potercela giocare con chiunque, ma per arrivare in alto serve continuità. Anche un pareggio equivale a due punti persi – ha aggiunto – Noi non ci creiamo aspettative, siamo consapevoli del nostro valore. Abbiamo dato del filo da torcere alla Juve in Supercoppa. Abbiamo giocatori forti. I tifosi devono sognare, è giusto che sia così. La nostra gente è passionale. Per quanto mi riguarda, sono a disposizione. Farei pure il vice Cavani pur di giocare, ovviamente sono un mediano di rottura che garantisce ordine tattico”.