Napoli, lo striscione dei tifosi: “Il peggior virus si chiama Juventus”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 5 Ottobre 2020 12:53 | Ultimo aggiornamento: 5 Ottobre 2020 12:53
Juventus-Napoli, il direttore dell'Asl Napoli 2 Nord: "Il protocollo Lega-Cts è superato dai fatti"

Juventus-Napoli, il direttore dell’Asl Napoli 2 Nord: “Il protocollo Lega-Cts è superato dai fatti” (foto Ansa)

Napoli, lo striscione dei tifosi al San Paolo: “Il peggior virus si chiama Juventus. 20:45 Amuchina su Torino”.

Questo lo striscione esposto da alcuni tifosi del Napoli all’esterno della Curva B del San Paolo dopo quanto successo domenica (clicca qui per la foto dello striscione).

Le parole di Andrea Agnelli

“De Laurentiis mi ha scritto un messaggio proponendo di rimandare la partita.

Gli ho risposto che la Juventus si attiene ai regolamenti e c’è un protocollo chiaro, secondo me ben fatto, che noi abbiamo osservato”.

Così il presidente della Juventus Andrea Agnelli, intervistato da Sky Sport.

“C’è un protocollo della Figc che rimanda a una circolare del ministero della Salute approvato dal comitato tecnico-scientifico.

Un protocollo che la Juventus ha rispettato”.

La Juve vincerà 3-0 a tavolino? “Preferisco vincere sul campo, sempre”, la risposta di Agnelli.

Il protocollo della Figc “è un documento vivo, ne scopriamo delle sfaccettature importanti, ma è molto chiaro. Volere giocare e la lealtà sportiva sono alla base di tutto”.

Così il presidente della Juventus Andrea Agnelli, all’Allianz Stadium, dove non si è giocata Juve-Napoli. “Le casistiche vanno individuate di volta in volta – ha aggiunto – e il documento potrà essere perfezionato, ma è un protocollo che ci consente di giocare.

La Juventus ha rispettato tutti i passaggi per potere giocare la partita, abbiamo applicato strettamente il protocollo, alla lettera”. (Fonti: Twitter, Ansa).