Nations League, Italia: solo 1-1 con la Bosnia. La striscia di vittorie si ferma a 11

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 4 Settembre 2020 22:48 | Ultimo aggiornamento: 5 Settembre 2020 9:38
Nations League, Italia: solo 1-1 con la Bosnia. La striscia di vittorie ferma a 11

Nations League, Italia: solo 1-1 con la Bosnia. La striscia di vittorie si ferma a 11 (foto Ansa)

Nations League, falsa partenza dell’Italia: solo 1-1 con la Bosnia. Interrotta la striscia di vittorie.

Nations League, l’Italia ha debuttato con un pareggio contro la Bosnia. In virtù di questo risultato, la striscia di vittorie consecutive degli azzurri si è fermata a 11.

La prima Nazionale post Covid non ha convinto ma va anche detto che l’Italia è scesa in campo senza 2/3 del centrocampo titolare – mancavano sia Jorginho che Verratti –  e con una condizione fisica deficitaria.

Nonostante questo gli azzurri hanno comunque avuto le occasioni da gol per vincere la partita ma allo stesso tempo hanno concesso diverse opportunità agli avversari quindi alla fine il pareggio è giusto.

La Bosnia era passata in vantaggio con una rete di Dzeko, abile a battere Donnarumma sugli sviluppi di un calcio d’angolo in favore della sua squadra, ma nella ripresa Sensi ha pareggiato i conti su assist di Insigne.

Nel mezzo, un palo per parte. La Bosnia lo ha colpito con Hodzic, mentre l’Italia lo ha centrato con Insigne.

Nell’altra gara del girone, l’Olanda ha vinto di misura contro la Polonia quindi gli azzurri sono già costretti a disputare una grande partita ad Amsterdam per restare in corsa per la qualificazione alla fase finale della Nations League.

Sensi salva gli azzurri.

L’Italia torna in campo dopo praticamente un anno. Questo rallentamento è stato causato dal Covid. Gli azzurri debuttano nella Nations League contro la Bosnia. Le scelte dei due allenatori.

ITALIA (4-3-3): Donnarumma; Florenzi, Bonucci, Acerbi, Biraghi; Pellegrini, Sensi, Barella; Chiesa, Belotti, Insigne. Ct. Mancini.

BOSNIA (4-3-3): Sehic; Cipetic, Sunjic, Sanicanin, Kolasinac; Cimirot, Hadziahmetovic, Gojak; Visca, Dzeko, Hodzic. Ct. Bajevic.

La prima occasione da gol per l’Italia, al 6′, è stata creata dal duo Pellegrini-Insigne. Il calciatore della Roma ha servito un grande assist al giocatore del Napoli ma il sinistro di Insigne non ha trovato la porta della Bosnia.

Al 15′, Belotti si  è guadagnato una bella punizione dal limite dell’area di rigore della Bosnia. Il tiro a giro di Insigne è uscito di un soffio. 

Al 22′, uno scatenato Insigne ha servito un assist d’oro a Federico Chiesa ma il calciatore di casa, visto che siamo a Firenze, ha calciato fuori con il destro.

Il primo tempo è terminato sul risultato di zero a zero, poche emozioni a Firenze.

Bosnia vicina al gol al 53′. Hodzic ha sfruttato uno svarione di Florenzi per presentarsi davanti a Donnarumma. 

Hodzic ha dribblato il portiere del Milan ma poi ha colpito il palo da posizione defilata. Gli azzurri hanno tirato un sospiro di sollievo.

Un palo anche per gli azzurri al 54′. Cross dalla destra di Chiesa e colpo di testa a botta sicura di Insigne terminato sul palo.

Bosnia in vantaggio al 57′. Dzeko ha segnato con il sinistro, da due passi, sugli sviluppi di un calcio d’angolo in favore della sua squadra. 

Pareggio della Nazionale al 67′. Cross dalla sinistra di Insigne e tiro di prima intenzione di Sensi deviato in fondo alla rete da un difensore bosniaco.

Nel finale di partita, Mancini ha gettato nella mischia anche Zaniolo, Immobile e Kean ma l’Italia non è andata oltre all’1-1 contro la Bosnia.