Nazionale, Prandelli: “Potrei cambiare il codice etico”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 Febbraio 2013 15:29 | Ultimo aggiornamento: 6 Febbraio 2013 15:33
cesare-prandelli

Cesare Prandelli (LaPresse)

AMSTERDAM – Possibili cambi per il codice etico in Nazionale, secondo Cesare Prandelli. Lo ha detto il Ct a poche ore dall’amichevole con l’Olanda. “Quella di convocare comunque i giocatori che sarebbero esclusi dal codice etico, farli allenare con noi, ma poi lasciarli in tribuna è un’idea interessante, e non nascondo che già ci stavo pensando da solo” ha detto il Ct rispondendo a una domanda di Bruno Gentili nel corso dell’intervista prepartita a Raisport, nell’ambito dell’esclusiva tra Federcalcio e tv pubblica.

Nei mesi scorsi della gestione Prandelli, in mancate convocazioni per l’applicazione del codice etico – che esclude giocatori espulsi o squalificati per gesti violenti, di protesta eccessiva o comportamenti non consoni – sono incappati azzurri come De Rossi, Osvaldo, lo stesso Balotelli.

L’ultimo caso è quello di Leonardo Bonucci: il difensore juventino non fa parte del gruppo in Olanda dopo le due giornate inflitte dal giudice sportivo per le veementi proteste contro l’arbitro di Juve-Genoa. Alla domanda-proposta su un eventuale cambio di rotta, Prandelli ha ammesso che stava pensando all’idea, ma che deve valutare pro e contro. “Abbiamo ritenuto finora che un giocatore lasciato a casa sia punto nell’orgoglio. Ma stiamo valutando anche questa nuova strada”.