La Nazionale al Quirinale, Mancini: “Sogniamo di vincere il Mondiale in Qatar nel 2022”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 15 ottobre 2018 21:42 | Ultimo aggiornamento: 15 ottobre 2018 21:43
La Nazionale al Quirinale, Mancini: "Sogniamo di vincere il Mondiale in Qatar nel 2022"

La Nazionale al Quirinale, Mancini: “Sogniamo di vincere il Mondiale in Qatar nel 2022” (Ansa)

ROMA – Il gol di Biraghi alla Polonia ha dato il via, l’endorsement di Mattarella al Quirinale è la spinta a puntare ancora più in alto. Nel giorno in cui il pallone azzurro viene ricevuto dal presidente della Repubblica per celebrare i 120 anni della Figc, la nazionale di Roberto Mancini si risente bella e possibile.

Il capo dello Stato, davanti a Chiellini e compagni, volge lo sguardo all’orizzonte, augurando al suo successore di poter festeggiare nel 2022 come Pertini e Napolitano, mentre il ct preferisce guardare al futuro immediato, “i campionati del Qatar nel 2022 sono ancora abbastanza lontani”, alla gara col Portogallo, che sarà importante, e alla qualificazione agli Europei. Mancini è evidentemente soddisfatto dalla convincente prova dei suoi a Chorzow, frutto di un sistema di gioco che si è ben integrato con interpreti adeguati, che il ct mette in secondo piano solo se paragonata alla visita al Quirinale.

“È più emozionante di ieri sera. Quella era una partita, si può perdere, si può vincere, però occasioni come questa non capitano spesso” ricorda Mancini, rinfrancato dal successo e dal gioco espresso: “Io credo che anche la partita con l’Ucraina è stata giocata bene, doveva finire con un diverso risultato. Con la Polonia il punto di svolta? Può essere un momento importante. Mi fa molto piacere per i ragazzi, se lo meritavano. Dovremo cercare di migliorare e questo si può fare solo con il tempo”.

Pressioni? Noi cerchiamo di fare sempre del nostro meglio, ed è chiaro che vorremmo sempre vincere e giocare bene però purtroppo non può accadere perché ci stanno anche gli avversari”. Il prossimo in agenda è il Portogallo il 17 novembre a San Siro. “Dobbiamo cercare di fare una buona gara, confermare quanto di buono fatto nelle ultime due partite e cercare di vincere, poi vedremo per il primo posto nel girone di Nations League.

È chiaro che in questo momento il Portogallo è ancora un po’ superiore a noi, sono i campioni d’Europa però la speranza è quella di batterli a Milano – l’auspicio di Mancini -. Se andremo avanti col 4-3-3 con i ‘piccoli’ davanti? In questo momento va bene così, abbiamo giocatori che possono giocare con questo sistema, magari sono più in difficoltà con altri moduli. Però quello che conta è l’aspetto propositivo che una squadra vuole avere, se vuole giocare in attacco. Questa dovrebbe essere la cosa più importante per noi”.

LEGGI ANCHE:
Classifica, calendario, risultati e marcatori del campionato di Serie A.
Come funziona l’abbonamento a Dazn per vedere le partite di Serie A.
I siti legali dove vedere in streaming le partite di calcio.