Neymar dovrà restituire 6.7 milioni al Barcellona, ecco perché

di Redazione Blitz
Pubblicato il 19 Giugno 2020 17:59 | Ultimo aggiornamento: 19 Giugno 2020 17:59
Neymar dovrà restituire 6.7 milioni al Barcellona, ecco perché

Neymar dovrà restituire 6.7 milioni al Barcellona, ecco perché (foto Ansa)

BARCELLONA (SPAGNA) – Neymar dovrà restituire 6,7 milioni di euro al Barcellona.

Lo ha deciso la Social Court 15 a Barcellona in merito al processo riguardante il club blaugrana e il brasiliano a proposito dell’importo di bonus alla firma nel rinnovo finale del contratto del giocatore.

Il verdetto è stato reso noto dallo stesso Barcellona con una nota sul suo sito.

La sentenza ha respinto la richiesta del giocatore del pagamento di 43.6 milioni di euro ed ha accettato una larga parte della difesa presentata dal Barcellona al quale Neymar dovrà restituire 6,7 milioni di euro.

Nella nota il Barcellona esprime “soddisfazione” per il verdetto emesso oggi.

La rappresentanza del giocatore ha diritto a fare ricorso e pertanto il club “dovrà continuare a difendere con fervore i propri legittimi interessi“. 

Altri guai per Neymar, la denuncia per omofobia.

Un attivista brasiliano LGBT ha presentato una denuncia contro Neymar all’ufficio del procuratore di San Paolo per omofobia.

L’attaccante del Paris SG avrebbe definito il compagno bisessuale di sua madre un “piccolo gay”.

    L’attivista Agripino Magalhaes, che non è direttamente coinvolto nel caso, ha annunciato su Instagram che intende presentare una denuncia per “omofobia e incitamento all’odio”.

    L’entourage dell’attaccante 28enne ha rifiutato di commentare queste informazioni.

    Gli insulti omofobi sono stati ascoltati in una registrazione audio della conversazione privata del giocatore con diversi amici trapelata sulla stampa.

Neymar chiama Tiago Ramos, 22 anni, fidanzato di sua madre Nadine Gonçalves, 52 anni, “piccolo gay” e “figlio di p*ttana”.

    Nadine Gonçalves ha reso pubblica la sua relazione con il giovane ad aprile, mentre la stampa scandalistica ha rivelato poco dopo che quest’ultimo è bisessuale.

    Un anno fa, Neymar era stato accusato di stupro da una donna brasiliana che aveva portato a Parigi dopo un flirt online, ma il caso è stato archiviato per mancanza di prove definitive.

In questo momento Neymar è in “vacanza” perché il campionato francese è stato sospeso definitivamente per il coronavirus (fonte ANSA-AFP).