Neymar torna al Barcellona, al Psg tanti soldi più Rakitic e Todibo

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 29 Agosto 2019 17:03 | Ultimo aggiornamento: 29 Agosto 2019 17:03
Neymar torna Barcellona Psg soldi Rakitic

Neymar con la maglia del Barcellona (foto Ansa)

BARCELLONA – Da calciatore più pagato di tutti i tempi a flop di calciomercato, dopo due anni, pochi acuti e tante prestazioni negative (soprattutto in Champions League), Neymar viene letteralmente “cacciato” dal Psg e torna al Barcellona in cerca di riscatto. Al club francese andrà del cash (si parla di molti soldi) più i cartellini di Rakitic e Todibo. Questo cash potrebbe essere abbassato dall’inserimento dell’ultimo istante di Dembele. 

Due anni fa, Neymar arrivò al Paris Saint Germain per la cifra monstre di 222 milioni di euro. Nasser Al-Khelaïfi, sceicco e presidente del club francese, giustificò questo investimento dicendo che avrebbe reso Neymar anche l’uomo immagine dei Mondiali in Qatar.

La verità è che il Psg si era stufato di dominare solamente in Francia e cercava uno tra Cristiano Ronaldo, Messi e Neymar per vincere anche la Champions League. Cose se fosse scontato: spendo 222 milioni di euro e vinco la Champions League. Non è andata esattamente così, anzi…

Prima di acquistare Neymar per questa cifra record, durante la presidenza di Al Khelaifi il Psg era riuscito ad arrivare massimo ai quarti di finale di Champions League. Con l’acquisto dell’attaccante brasiliano ci si attendeva un salto di qualità in Europa (visto che in Francia non serviva) che non è mai arrivato. 

Anzi il Paris Saint Germain è regredito. Con O’Ney in rosa, i francesi si sono fermati per ben due volte agli ottavi di finale di Champions League. Il calciatore brasiliano ha dovuto saltare appuntamenti chiave per infortunio ed è andato a curarsi in Brasile, a volte facendo perdere tracce di se, mandando su tutte le furie il Psg. 

Anche in Nazionale, non è che le cose siano andate meglio a O’Ney. Dopo diversi anni di digiuno, il Brasile è tornato a vincere un trofeo, la Coppa America, senza Neymar. Una coincidenza? Forse… Ma sicuramente questo non fa bene alla sua reputazione internazionale. Il Barcellona se lo è ripreso perché conta di farlo ridiventare il fenomeno di qualche anno fa. La sfida è aperta…